Visto per l’Inghilterra: i Requisiti Nazione per Nazione

Post aggiornato su 
Visto per l'Inghilterra

se hai intenzione di farti una vacanza nel Regno Unito ti starai omandando se ti serve un visto per l’Inghilterra o se hai bisogno di qualche altro permesso per entrare nel Paese.

Per chi non lo sapesse, il visto (permesso) è la notifica del fatto che una persona è autoizzata ad entrare nel Paese che ha rilasciato il visto stesso, soggetta all’approvazione dell’ufficialedell’immigrazione al momento dell’ingresso nel Paese in questione. Il visto può essere un documento, ma generalmente è un timbro apposto sul passaporto del richiedente.

Alcuni Paesi non richiedono il visto in situazioni particolari, ad esempio quando due Paesi hanno stipulato degli accordi bilaterali. Il paese che rilascia il visto può sottoporlo a varie condizioni, come la durata, il periodo per cui il beneficiario può rimanere nel Paese o la validità del visto per più di una visita.

In questo articolo ti mostrerò i diversi tipi di visto e ti spiegherò come è regolamentato il visto per l’Inghilterra in Italia e in altri Paesi italofoni.

Tipologie di Visto per l’Inghilterra

Il Ministero degli Interni del Regno Unito, chiamato Home Office, divide i Paesi in tre categorie a seconda che i cittadini abbiano bisogno di un visto per l’Inghilterra o meno.

  • Cittadini dello Spazio Economico Europeo: I cittadini dello Spazio Economico Europeo non hanno bisogno di alcun visto per l’Inghilterra. Lo Spazio Economico Europeo (SEE) comprende tutti i Paesi dell’Unione Europea  più Norvegia, Liechtenstein, Islanda e Svizzera.
  • Nazionalità che non richiedono un visto: Coloro che rientrano in questa categoria hanno bisogno di un certificato d’ingresso quando viaggiano nel Regno Unito o vi si stabiliscono in modo permanente. Rientrano in questa categoria i cittadini del Commonwealth.
  • Nazionalità che richedono un visto: Coloro che rientrano in questa categoria hanno bisogno di presentare un visto per l’Inghilterra qualunque sia la ragione per cui entrano nel Paese.

Nel caso in cui tu sia apolide, abbia un salvacondotto rilasciato da un Paese che non è il tuo o possidi un passaporto rilasciato daun’autorità non riconosciuta dal Regno Unito, avrai bisogno di un visto per l’Inghiterra. Ma credo che questi siano casi che non ti riguardano.

Tipi di Visto

Anche se esistono diversi tipi di visto, ce ne sono alcuni più comuni di altri, fra i quali sicuramente rientra quello che serve a te.

1 – Visto di soggiorno per motivi familiari, turistici o professionali: Come è facile immaginare, questo è il visto di cui hai bisgono se viaggi per andare a trovare un familiare, per turismo o per questioni di lavoro.

2 – Visto di studio: E’ ciò di cui hai bisogno se ti trasferisci in Inghilterra per studiare per un periodo piuttosto lungo.

3 – Visto di residenza: E’ il documento ce ti permette di vivere in Inghilterra.

4 – Visto di soggiorno e di lavoro autonomo o per conto di terzi: Questo visto per l’Inghilterra include il precedente e inoltre ti permette di lavorare nel Paese.

5 – Visto per la ricerca di lavoro: Con questo visto puoi cercare lavoro nel Regno Unito.

6 – Visto di transito: Questo visto ti consente di soggiornare nel Regno Unito per un breve periodo mentre ti dirigi verso un’altra destinazione.

7 – Visto di cortesia: E’ un visto diplomatico, che viene rilasciato a istituzioni pubbliche o a rappresentanti di esse.

Normative Paese per Paese

Come puoi immaginare, ogni Paese ha normative diverse per rilasciare un visto per l’Inghilterra, quindi avrai bisogno di un visto o meno a seconda della tua nazionalità.

Italia e Unione Europea

I cittadini dell’Unione europea che viaggiano nel Regno Unito come turisti non hanno bisogno di alcuna documentazione speciale, è richiesta soltanto la consueta documentazione dei loro paesi di origine. Ad esempio, per i cittadini Italiani sarà necessario solo presentare la carta di identità o un passaporto valido.

Consiglio comunque a coloro che non necessitano di un visto per l’Inghilterra di avere con sè un biglietto di andata e uno di ritorno, o comunque di assicurarsi di viaggiare con abbastanza soldi per poter acquistare un biglietto di ritorno.

Se hai bisogno di un visto, in Italia devi andare al Centro Visti della UK Visas and Immigration (UKVI) a Roma per consegnare il modulo apposito, dopo che hai pagato la commissione.

Svizzera

Essendo residenti in un Paese facente parte dello Spazio Economico Europeo (SEE), ai cittadini svizzeri non è richiesto un visto per l’Inghilterra nel caso in cui viaggino come turisti, per motivi familiari, di lavoro o di studio.

Consiglio comunque di avere con sè un biglietto di andata e uno di ritorno, o comunque di assicurarsi di viaggiare con abbastanza soldi per dimostrare di poter acquistare un biglietto di ritorno.

San Marino

Benché la Repubblica di San Marino non faccia parte dell’UE (come tutti gli altri microstati del resto), anche per i suoi cittadini non è necessario possedere un visto per l’Inghilterra se viaggiano come turisti, per motivi di lavoro, familiari o di studio.

Consiglio comunque di avere con sè un biglietto di andata e uno di ritorno, o comunque di assicurarsi di viaggiare con abbastanza soldi per dimostrare di poter acquistare un biglietto di ritorno.

Città del Vaticano

Se per cso risiedi entro i confini della Città del Vaticano non ti preoccupare, come per San Marino, anche qui non è richiesto alcun visto per l’Inghilterra.

Consiglio comunque di avere con sè un biglietto di andata e uno di ritorno, o comunque di assicurarsi di viaggiare con abbastanza soldi per dimostrare di poter acquistare un biglietto di ritorno.

Documenti necessari per richiedere un visto  

1. Modulo di richiesta

2. Una fototessera

3. Un passaporto valido con una intera pagina vuota

4. Una prova di solvibilità economica durante il soggiorno

5. Denaro per pagare la tassa sul visto

Validità e Trattazione del Visto

Il visto turistico è valido tra i 180 e i 360 giorni e occorre rinnovarlo ogni anno.

L’elaborazione del visto dipende dal tipo di richiesta, ma generalmente non supera i 10 giorni lavorativi. Ma se il visto è richiesto dal Ministero degli Interni britannico potresti dover aspettare anche 13 settimane!

Il mio consiglio è quello di avere i documenti per richiedere il visto per l’Inghilterra 3 mesi prima della partenza, così da evitare qualsiasi problema e fare un viaggio tranquillo.


Spero che questo articolo sui tipi di visto per l’Inghilterra ti possa essere utile.

Se pensi che io misia dimenticato un Paese che può interessare a qualche italiano che ci sta leggendo non esitare a scriverlo nei commenti! Scrivici anche com’è andata la richiesta del tuo visto nel caso tu ne abbia mai fatta una.

Ti è piaciuto questo articolo?
Commenti