London neighborhoods: il quartiere di Greenwich

Post aggiornato su 
London neighborhoods: il quartiere di Greenwich
Posizione
Orario
  • Aperto al pubblico.
Come Ottenere
  • Metro: La linea del Giubileo (grigia) raggiunge North Greenwich.
  • Autobus: Alla stazione di North Greenwich, le linee 108, 129, 132, 161, 188, 422, 472 e 486 passano.
  • Emirates Cable Car: porta Emirates Royal Docks a Emirates Greenwich Peninsula.
  • Barca: RB4 Canary Wharf.
Prezzo
  • Ingresso gratuito.
Non incluso in London Pass Non incluso in Bus Turistico
Acquista i biglietti

Il meridiano di Greenwich (a proposito, si pronuncia grenich e non grinuich). Altro non è che la linea immaginaria da cui partono i 360 meridiani che dividono la terra e, di conseguenza, i 24 fusi orari che determinano l’ora nelle varie zone del mondo. Proprio per questo il meridiano di Greenwich è denominato il “meridiano 0”.

Quello che non tutti sanno è che Greenwich è un quartiere di Londra. Si trova a 20 minuti dal centro della città, ma è facilmente raggiungibile e vale veramente la pena visitarlo.

Scopri con noi questa interessantissima zona, ricca di storia e luoghi da visitare!

Visitare Greenwich: ubicazione e mezzi di trasporto

Greenwich si trova a sud-est del centro di Londra, sulla riva sud del Tamigi.

Greenwich su Google Maps

Trasporti

Come già saprai, Londra è divisa in varie zone e muoversi da una zona all’altra influisce sul costo dei mezzi di trasporto. Greenwich è all’interno della zona 2, per cui raggiungere il quartiere non ti costerà più di un normale spostamento nel centro della città.

Ci sono 2 linee metro con le quali puoi arrivare in zona: la Jubilee (linea grigia) ti porterà a North Greenwich, mentre, se non hai voglia di camminare molto, da Canary Wharf puoi prendere il DLR fino alla stazione di Greenwich.

Se preferisci muoverti in autobus, le linee 108, 129, 132, 161, 188, 422, 472 e 486 fermano alla Noth Greenwich Station. Ci sono altri autobus che passano per le strade del quartiere, perciò non avrai problemi a trovarne uno che ti lasci in zona.

Se vuoi utilizzare un mezzo di trasporto alternativo puoi scegliere tra altre 2 opzioni: il river-bus o la funivia Emirates Air-Line.

Il primo (RB4) è un battello che parte da Canary Wharf e attraversa il Tamigi, mentre la seconda ti permette di sorvolare il fiume dagli Emirates Royal Dock fino alla Emirates Greenwich Peninsula.

Cosa vedere e fare nel quartiere di Greenwich

Anticamente Greenwich era una cittadina turistica divenuta popolare nel XVII secolo, ma che si è convertita in un quartiere della capitale con l’estendersi di quest’ultima.

Di seguito ti illustreremo uno dei possibili itinerari da poter seguire.

Greenwich Cutty Sark
Cutty Sark

Prendi il DLR e scendi alla fermata Cutty Sark. Uscendo dalla stazione e passando per Greenwich Church St, potrai ammirare quello che fu una delle barche mercantili più importanti del Regno Unito e impiegato nel trasporto del tè dalla Cina.

Al giorno d’oggi il Cutty Sark è ormeggiato al molo di Greenwich ed è stato convertito in un museo navale. È un buon punto di partenza per la tua visita. L’entrata costa £13.50, ma si può acquistare un biglietto congiunto con l’osservatorio e risparmiare qualcosa.

Old Royal Naval College

Una volta terminata la visita al veliero, scendi per King William Walk e prendi la College Way alla tua sinistra. Attraverserai la parte centrale dell’università per arrivare all’ Old Royal Naval College. È una bellissima zona che, anche senza visitare i suoi interni, vale la pena conoscere.

Apre tutti i giorni dalle 10 alle 17. L’entrata è gratuita così come i suoi luoghi storici, che rimangono aperti dalle 8 alle 23.

Puoi inoltre usufruire di tour guidati gratuiti della durata di 45 minuti, Questi tour includono la visita alla Victorian Skittle Alley, che normalmente non è aperta al pubblico. Per informazioni sulle visite guidate recati all’ufficio accoglienza.

Tra i luoghi da visitare all’interno dell’ Old Royal Naval College vi è il The Painted Hall, il soffitto affrescato più grande della Gran Bretagna. L’entrata ha un costo di £10.

Nella cappella, invece, potrai vedere il Franklin memorial (dedicato a Sir John Franklin), la corda e l’ancora che rappresentano i motivi navali, il tetto della cappella e l’organo di Samuel Green.

Il centro visitatori mette a disposizione attività per tutte le età, che ti faranno scoprire più di 500 anni di storia di Greenwich (in questa zona si sposò il re Enrico VIII con Catalina di Aragona). E, per finire, puoi anche visitare i giardini.

La cosa migliore è percorrere la strada panoramica dal Centro visitatori fino alla Painted Hall e la Chapel. Qui puoi vedere la piantina.

Dove Mangiare e Bere

The Old Bewery, situato a lato del Visitors Centre, è un pub con un impressionante cortile provvisto di posti a sedere con vista al King Charles Court e al Cutty Sark. Potrai scegliere tra una selezione di birre artigianali e alla spina, oltre che mangiare la tipica cucina britannica di stagione.

In alternativa puoi fare un picnic sul prato dell’ Old Royal Naval College.

Old Royal Naval College

National Maritime Museum

Scendi attraverso i giardini e incamminati per Rodney Rd fino ad arrivare al National Martime Museum, il museo navale più importante di Londra.

Apre tutti i giorni dalle 10 alle 17, festivi inclusi.

L’entrata è gratuita, pertanto, se sei appassionato del mondo marittimo, potrai entrare e godere del fascino del mare. Le mostre speciali sono invece a pagamento.

In questo museo troverai una delle collezioni più importanti del mondo navale, composta da modelli, esposizioni, quadri e trofei di tutti i continenti.

Di seguito ti elenchiamo la Top 10 delle cose da fare nel museo, in caso non avessi molto tempo a disposizione.

  1. Farti un selfie con la nave di Nelson che si trova all’interno di una bottiglia.
  2. Vedere il Miss Britain III (al piano terra), un idrovolante.
  3. Conoscere la storia del quadro di J. M. W. Turner’s sulla battaglia di Trafalgar.
  4. Scoprire la collezione di busti.
  5. Godere di un momento di tranquillità nella galleria Baltic Exchange.
  6. Vedere la palla di cannone della battaglia di Trafalgar.
  7. Scoprire la giacca Trafalgar di Nelson.
  8. La bandiera del Regno Unito nella battaglia di Trafalgar.
  9. La bullet altar cross. Una croce d’altare unica, che rappresenta il simbolo della Prima Guerra Mondiale.
  10. I binocoli della battaglia di Jutland.

Se vuoi mangiare qui, puoi andare in uno tra il Parkside Café, il The Great Map Café o il Parkside Terrace.

Queen’s House

Al termine della visita a al National Maritime Museum, dirigiti un poco più ad est, dove si trova la Queen’s House. Questo edificio, considerato il primo del Regno Unito in stile classico, venne inizialmente usato come residenza della Famiglia Reale, per poi essere convertito in un ospedale.

Attualmente appartiene al Museo Marittimo, ciò presuppone che l’entrata sia gratuita. Apre le porte dalle 10 alle 17, tutti i giorni.

Potrai vedere le diverse mostre che ospita, come i ritratti delle forze armate, e potrai conoscere la storia della nobiltà.

Ciò che non puoi assolutamente perdere sono il tetto della Great Hall e le Tulip Stairs. Questa scalinata si è convertita in un’ulteriore attrazione del luogo essendo la prima nel suo stile.

Terminata la visita ai musei, è arrivato il momento di scoprire l’immenso parco che si trova di fronte: il Greenwich Park è il più antico tra i parchi reali, risalente all’epoca romana e incluso nella lista già nel 1433. A partire dalla statua del General Wolfe, il parco offre un panorama meraviglioso attraverso il fiume Tamigi, fino alla St. Pauls Cathedral.

Royal Observatory

Camminando per il parco arriverai al Royal Observatory, nel cui ingresso si trova il celebre meridiano 0, il meridiano di Greenwich, dal quale partono tutti i meridiani del mondo e senza il quale non saremo in grado di calcolare le coordinate geografiche che ci permettono di risalire ad un punto esatto sulla superficie terrestre.

Greenwich Royal Observatory
Royal Observatory

L’ingresso al museo è gratuito; entrare all’Osservatorio costa tra £5,55 e £8,50 mentre accedere al Planetario tra £5,55 e £8. Ovviamente raccomandiamo la visita, soprattutto ai più curiosi!

Apre tutti i giorni dalle 10am alle 5pm e potrai ammirare differenti esposizioni, tra cui una mostra fotografica relazionata con l’astronomia e molteplici shows, come quello dedicato alle tempeste magnetiche o al cielo notturno. Ti consigliamo di visitare la pagina web per non perderti nessun evento!

Se viaggi con bambini, sappi che potranno assistere ad uno show per minori di 7 anni: l’orso Ted li accompagnerà in un viaggio nello spazio, illustrandogli il Sistema Solare. Dipendendo dall’età, potranno partecipare a laboratori di astronomia o toccare un meteorite di 4,5 milioni di anni.

L’Osservatorio dispone di un negozio ed una caffetteria chiamata Astronomy Cafè & Terrace.

Dopo questa interessante ma stancante visita hai bisogno di riposare un po’, approfittane per distenderti su uno dei suoi spazi verdi: il relax è assicurato!

Merendare a Greenwich

Dopo aver girato per tutta questa parte del quartiere, sicuramente ti sarà venuta fame. Attraversando il parco verso la zona Ovest e salendo per The Avenue, uscirai a King William Walk.

Al numero 22 troverai Goddards at Greenwich, un ristorante tipico londinese dove potrai assaggiare torte fatte in casa e bere un liquore artigianale, prima di raggiungere l’ultima tappa del nostro itinerario.

In questo quartiere ristoranti e pub con cucina britannica la fanno da padrona, ma potrai trovare anche alti tipi di gastronomia internazionale: giapponese, turca, argentina, italiana, ecc.

Greenwich Market
Greenwich Market

Dopo aver recuperato le energie dirigiti al Greenwich Market, giusto all’altro lato dell’isolato. Data la leggendaria passione dei britannici per i mercati, questo quartiere non poteva non averne uno.

Questo mercato ha più di due secoli di storia. Al suo interno puoi comprare di tutto, dalle verdure agli oggetti d’antiquariato o artigianato, passando per moltissimi chioschetti con cibo da asporto di tutto il mondo.

Nel quartiere si trova lo stadio O2 Arena, uno dei più importanti circoli sportivo-ricreativi della città. Oltre a godere di concerti, spettacoli ed eventi di ogni genere, potrai camminare su una passerella di tela sospesa sul suo tetto e ammirare Londra da 52 metri di altezza.

Al lato della Emirates Greenwich Peninsula Station si trova l’Emirates Aviation Experience dove incontrerai un simulatore che ti permetterà di pilotare un aereo.

Un’ultima esperienza da vivere nel quartiere di Greenwich è camminare sotto al fiume Tamigi attraverso i 15 metri del suo Greenwich Foot Tunnel che connetta i Cutty Sark Gardens con Isle of Dogs.

Altri luoghi di interesse nel quartiere di Greenwich

Durante la tua visita al quartiere potrai ammirare anche la St Alfege Church, il The Fan Museum (un museo dedicato ai ventagli) o la galleria d’arte Rangers House (The Wernher Collection).

All’interno del parco vi sono luoghi di interesse come il Queen Caroline’s Bath, il Greenwich Park Bandstand, la Tombmarker of Edmond Halley, la Flamsteed House, il Queen Elizabeth’s Oak, le rovine del tempio romano e il teatro infantile In The Night Garden Live.

Il Greenwich Park si estende fino al The Wilderness, il parco dei cervi, nel quale si trovano l’Andrew Gibb Memorial e il Blackheath Park.

Vivere nel quartiere di Greenwich

Se decidi di passare più tempo a Greenwich sappi che il quartiere è pieno di aree verdi ed è una zona molto tranquilla in cui poter vivere. Rifacendosi alle statistiche della polizia metropolitana di Londra, la tassa di criminalità è di livello medio. Inoltre si trova a soli 20 minuti dal centro in trasporto pubblico.

I prezzi d’affitto non sono eccessivamente cari, nonostante non

Greenwich

siano tra i più bassi: si aggirano attorno alle £700 e £800, dunque se non si hanno problemi economici ma si ha il bisogno di risparmiare qualcosa, rappresenta la migliore opzione.

Greenwich è un quartiere residenziale, per questo le persone che ci vivono non sono di passaggio bensì cittadini saldamente stabiliti: famiglie affermate e lavoratori giovani che hanno conquistato la propria indipendenza.

Nelle zone limitrofi all’Università potrai incontrare un modico ambiente universitario, anche se gli studenti rappresentano una minoranza rispetto alla popolazione del quartiere.

 

Speriamo che questo post ti sia stato d’aiuto per visitare o per convincerti a scegliere Greenwich come quartiere in cui vivere! Raccontaci la tua esperienza nei commenti 🙂

Ti è piaciuto questo articolo?
Commenti