Guida basica per lavorare in Inghilterra

Tutti i consigli per lavorare in Inghilterra

Ti piacerebbe lavorare in Inghilterra? Allora sei capitato nel posto giusto: questa mini-guida è proprio ciò che fa al caso tuo 😉

Trovare un lavoro in Inghilterra non è difficile. Con questo non voglio dire che sia il paradiso, ma la verità è che qui il mercato è in continuo movimento: gente che viene e gente che va… le cose cambiano continuamente.

Il problema dell’Italia è che non si muove nulla. In Inghilterra se ti ci metti con impegno e dedizione, non avrai problemi a trovare un lavoro in meno di 12 giorni. Ed in alcune stagioni persino di meno.

Tutto dipenderà dal tuo livello inglese e dall’impegno ci che metterai. Però essendo sorridente e volenteroso, non resterai senza lavoro. Ovviamente ogni impresa ha il suo modo di assumere personale, ho cercato quindi di raccogliere i passi più importanti che dovrai seguire per trovare con successo un lavoro in Inghilterra.

In questo post ti consiglierò le migliori città, come cercare ed i passi da seguire durante e dopo la ricerca.

Guida basica per cercare lavoro in Inghilterra

Mettersi a cercare lavoro non è semplice, richiede tanta pazienza e ore passate a distribuire  i CV per strada o al pc, compilando moduli online delle diverse imprese.

La buona notizia però è che ne vale la pena, perché sia nel negozio dove hai distribuito i CV che sui siti nei quali l’hai caricato, ti dico per esperienza che verrai chiamato. Il segreto è candidarsi a quanti più lavori possibili, così addirittura poi sarai tu a poter scegliere!

Se vuoi iniziare a lavorare in Inghilterra il prima possibile, ti raccomando di pianificare la ricerca del lavoro:

  • Per le candidature online decidi quanto tempo dedicarvi al giorno e quando farlo. Stila una bella lista dei siti e imprese che ti interessano e mettiti al lavoro senza distrazioni (Facebook, Youtube, ecc.). Dobbiamo imparare ad essere produttivi nella nostra ricerca.
  • Se invece decidi di pattugliare le strade prepara una bella pila di CV e scegli in che zona dirigerti e in quale orario. Inoltre preparati un po’ di frasi standard per rispondere alle domande che sicuramente ti verranno fatte; da che tipo di lavoro cerchi a se hai esperienza in un dato settore.

Le migliori città per lavorare in Inghilterra


Quale città dell’Inghilterra scegliere? Beh, questo dipende da persona a persona.

Trovare lavoro in Inghilterra, che tu sia alla ricerca di un lavoro qualificato oppure no, sarà mediamente facile praticamente in quasi tutte le città. Ovviamente però ci sono alcuni posti che offrono più possibilità e posti di lavoro rispetto ad altri.

La città più quotata, come puoi ben immaginare, è Londra. Lo schema qua sotto ti illustrerà comunque quali sono le migliori città per lavorare in Inghilterra, divise per numero di abitanti o per minor tasso di disoccupazione.

Migliori città per lavorare in Inghilterra

Ma ricorda, alla fine la scelta è solo tua! 🙂

I vantaggi di avere un lavoro in Inghilterra


Come accennato a inizio post, il principale vantaggio del mercato del lavoro nel Regno Unito è che è in continuo movimento. Trovare lavoro a Londra potrebbe risultare più facile rispetto ad altre città del Paese, perché per tante persone che si trasferiscono a Londra ce ne sono tante altre che se ne vanno, facendo sì che ci siano sempre posti disponibili.

La gente che arriva per lavorare in Inghilterra però è sempre molta, quindi è necessario mettersi a cercare seriamente.

Giocare d’anticipo è fondamentale per riuscire ad aggiudicarsi le migliori occasioni, ad esempio ci sono persone che ricevono promozioni e lasciano disponibili posti di lavoro che possono fare al caso nostro.

Un altro vantaggio è che gli stipendi sono più alti che in Italia. Facendo lo stesso lavoro che fai in Italia in Inghilterra, molto probabilmente guadagnerai di più. La qualità della vita ovviamente dipenderà dalla città britannica che scegli. Ti lascio il link al nostro articolo sul calcolo dello stipendio netto nel Regno Unito.

La vivacità culturale dell’intero paese è un altro punto importante. Scegliendo città grandi o medie sicuramente non ti annoierai e, se invece ti piace la campagna, anche in questo caso ci sono un sacco di opzioni.

Lavorare in Inghilterra: dove sistemarsi


Si tratta di uno dei passi più importanti in assoluto se decidi di trasferirti in un’altra città. Analizziamo le due possibili situazioni in cui potresti trovarti:

Se hai già un lavoro in Inghilterra

Se già sei riuscito a trovare un lavoro ti raccomando di cercare un posto dove alloggiare che sia abbastanza vicino, per non passare troppo tempo sui trasporti pubblici. Controlla quindi che ci siano autobus o metro a portata di mano. Se riesci a trovare una sistemazione vicino ad una stazione della metro che per giunta è pure quella della linea più comoda per raggiungere il tuo lavoro, il gioco allora è fatto. Considera anche l’opzione di andare in bici.

Le zone più raccomandabili nelle grandi città sono la 2 e la 3, per via della loro vicinanza al centro. I quartieri centrali di Londra, per esempio, sono i più vitali e anche quelli dove è più facile trovare lavoro. In altre città ci sono meno opzioni, considera comunque che per trovare il quartiere adatto a te dovrai fare dei calcoli tra i costi di affitto nelle diverse zone ed il costo dei mezzi pubblici. Se lavori nella zona 5, per esempio, vivere in un quartiere centrale probabilmente non sarebbe la scelta migliore per te.

Trovare una stanza in un appartamento condiviso a Londra è abbastanza facile. A Londra c’è molta offerta.. però anche tanta domanda. Questo significa che ci sono molte stanze, ma che vengono affittate rapidamente. La ricerca va fatta in loco e non è possibile affittare una stanza dall’Italia.

Se ancora non hai un lavoro

Se vuoi lavorare in Inghilterra ma sei ancora nel mezzo della ricerca non sbilanciarti troppo e aspetta a trovare una sistemazione definitiva. Rischieresti di ritrovarti troppo lontano dal tuo lavoro e di dover spendere troppo tempo, energie e soldi nei mezzi pubblici. La scelta migliore è optare per una sistemazione temporanea. Le opzioni per alloggiare a Londra sono tantissime.

Puoi scegliere tra alberghi, ostelli o un Airbnb. I famosi hostels (una via di mezzo tra un hotel e un ostello), sono pieni di giovani “backpackers” provenienti da ogni parte del mondo.

Andare a lavorare in Inghilterra. Prima di partire:


1. Voglia di conquistare il mondo

Non ti abbattere mai e punta sempre in alto. La vita è un’avventura: vivila, senti, ama, ridi, piengi, gioca, perdi, cadi, ma rialzati sempre e vai avanti. Il mondo è fatto per chi ha coraggio. Se sei d’accordo con me, allora continua a credere nel tuo progetto.

2. Sotto con l’Inglese

Dovrai almeno essere capace di mantenere una conversazione semplice. Anche se devo ammettere che ho conosciuto persone che hanno trovato lavoro non sapendo quasi niente di inglese. Se ancora non sei in grado di comunicare bene ti metteranno a fare da “kitchen porter” in cucina, un livello d’inglese decente basterà invece per lavorare a contatto col pubblico.

Qual è il livello minimo per trovare lavoro? Beh, quello che tu decidi: pensa che quanto più alto è il tuo livello, maggiori saranno le possibilità di trovare un lavoro migliore. E tranquillo, non c’è bisogno di spendere una fortuna in accademie…

Dai un’occhiata a questi articoli dove ti diamo tutti i consigli per imparare o migliorare il tuo inglese 😉

3.  Procurati un numero di cellulare inglese

Questo è a dir poco fondamentale se vuoi lavorare in Inghilterra. Dovrai inserire un cellulare nel tuo CV e nessuno ti chiamerà a un numero straniero per un colloquio (tu lo faresti?). Oltre ad averne bisogno per metterlo nel CV, potrai iscriverti online ad alcune offerte dall’Italia, cercare alloggio, ecc.

Inoltre ti sarà imprescindibile per ottenere il National Insurance Number, un requisito indispensabile per poter accedere a qualsiasi posto di lavoro in Inghilterra.

La cosa migliore è procurarsi una sim britannica il prima possibile, meglio se dall’Italia, in modo che potrai già preparare il tuo curriculum, prendere l’appuntamento per il NIN con sufficiente anticipo, candidarti online per alcuni lavori e, soprattutto, assicurarti una connessione stabile per i momenti successivi all’atterraggio, quando sicuramente avrai bisogno di Google Maps, WhatsApp, ecc.

Se vuoi sapere quale compagnia telefonica scegliere, noi ti raccomandiamo Giffgaff. In questo post ti spiego come ottenere una scheda sim gratis con £5 in regalo direttamente in Italia.

4. Trova un volo economico per l’Inghilterra

Attualmente i prezzi si trovano intorno ai 50/60€ a tratta. Su questo argomento ho un’infinità di aneddoti… Ryanair non è sempre la scelta migliore, come in tanti credono. Ti consiglio di dare un’occhiata al nostro articolo sui Voli Low Cost per il Regno Unito.

5. Scrivi un buon curriculum e una cover letter

Si tratta di un altro punto chiave per lavorare in Inghilterra e lavorare in generale. Chi studia marketing sa bene che in una vendita il prodotto è la parte meno importante, ciò che importa sul serio è come venderlo. E quando stai cercando lavoro devi venderti e senza un buon curriculum, anche se sei la persona che stanno cercando, non riuscirai a trovare niente.

Per questo ti raccomando di preparare accuratamente il tuo curriculum e la cover letter, perché sono estremamente importanti. Chiedi aiuto ad un amico se non ti senti in grado, ma non usare google translate (ho visto certe cose assurde!). Ecco di seguito i nostri consigli:

6. Assicurati una sistemazione per i primi giorni

Come abbiamo già detto, per fortuna è molto facile trovare una stanza in un appartamento in Inghilterra, ma qui si tratterebbe già del secondo step.

Ti consiglio di vivere la prima settimana in un hotel o un ostello (in base al tuo budget) e cercare intanto una stanza che ti possa interessare. Nella sezione precedente riguardo l’alloggio ci sono tutti i link e i consigli per trovare le migliori sistemazioni provvisorie ad un prezzo economico.

7. Richiedi la tessera sanitaria europea

Si tratta di una semplice gestione gratuita, che non ti toglierà più di 5 minuti. In questo modo sarai sicuro di ricevere le stesse prestazioni sanitarie che ricevi in Italia.

8. Richiedi il passaporto se ancora non ce l’hai

Per entrare nel paese, siccome il Regno Unito appartiene ancora all’Unione Europea, è sufficiente la carta d’identità ma, se hai intenzione di rimanere qui, avrai bisogno del passaporto per realizzare tutte le gestioni burocratiche.

9. Richiedi appuntamento per il NIN due settimane prima di partire

Il National Insurance Number è il “codice fiscale” inglese. Senza questo numero non puoi lavorare, né realizzare nessun tramite. Visto che sei europeo puoi richiederlo gratuitamente, ma devi richiedere l’appuntamento per telefono con due settimane di anticipo. Qui ti spiego in maniera approfondita come ottenere il NIN.

I passi da seguire quando già sarai in Inghilterra:


1. Compra una tessera per il trasporto pubblico

Se arrivi a Londra, appena atterri avrai bisogno della Oyster Card per muoverti in metro, treno e autobus. Si tratta di una tessera prepagata che puoi ricaricare in qualsiasi momento e che ti permette di acquistare i biglietti ad un prezzo molto più basso.Trasporto pubblico a Londra

Procurati una “Travelcard” giornaliera o settimanale per i primi giorni e aspetta di sapere in che zona vivrai e lavorerai per comprarti l’abbonamento annuale o mensile.

Anche nelle altre città d’Inghilterra che dispongano di un rete di trasporti abbastanza grande troverai abbonamenti annuali, mensili, settimanali ecc. e diversi tipi di travelcards.

Se ti capiterà di avere bisogno di un TAXI, ti consigliamo di usare UBER, un servizio decisamente più economico.

2. Cambia i tuoi euro in sterline

Se vieni in Inghilterra avrai bisogno di cambiare i tuoi euro in sterline e, visto che lo dobbiamo fare, cerchiamo di farlo bene. Ho sentito ed assistito a parecchie truffe sul cambio da euro a sterline… Oppure capita spesso di affidarsi per il cambio a dei posti comodi, ma con un alto tasso di cambio, come le banche italiane o gli aeroporti. Per questo qui ti spiego come risparmiare sul cambio euro/sterlina.

3. Inizia a cercare lavoro

“Chi dorme non piglia pesci”, quindi svegliati presto con una bella pila di CV da consegnare e il sorriso stampato sul viso. Puoi anche cercare lavoro su internet attraverso i job centers o le imprese di lavoro interinale.

 4. Apri un conto in banca

Ti consiglio di passare in una banca britannica il prima possibile per aprire un conto corrente bancario. Non aspettare l’ultimo momento. Appena troverai lavoro infatti dovrai fornire i dati del tuo conto corrente britannico per farti accreditare i pagamenti.

Non preoccuparti, è molto facile e qui ti spiego tutto: Come aprire un conto in banca nel Regno Unito.

Inoltre qui ti spieghiamo come effettuare bonifici bancari senza commissioni con Azimo o Transferwise.

5. Iscriviti presso un GP

Anche se per il momento i cittadini dell’Unione europea hanno ancora l’assicurazione sanitaria in Inghilterra, se non fai richiesta al centro medico più vicino potrai andare solo in pronto soccorso, quindi è altamente consigliabile per ogni eventualità farsi affidare un medico di base nel più breve tempo possibile. Si tratta di una procedura semplice che dà accesso al sistema sanitario britannico. È spiegato tutto in questo post: come registrarsi presso un centro di salute (GP)

6. Trova un alloggio

Una volta trovato un posto di lavoro, si dovrebbe cercare un appartamento in cui vivere. A mio parere è meglio cercare un un alloggio stabile dopo aver trovato lavoro, in quanto sarà più conveniente scegliere un posto che sia nei pressi del nuovo posto di lavoro. Però è anche possibile fare il contrario: trovare cioè una buona sistemazione e provare a trovare lavoro nelle zone limitrofe. Ti consiglio di dare un’occhiata a questo post: guida per trovare appartamento condiviso in Inghilterra

Se per il trasloco avrai bisogno “di una mano”, potrai contare sul comparatore di servizi di spedizioni Packlink: leggi il nostro articolo per sapere come avere un 5% di sconto!

7. Goditi il tuo soggiorno nel Regno Unito

Ti farai nuovi amici, scoprirai nuove culture, ti aprirai al mondo crescendo come persona… penso che nessuno possa sprecare un’opportunità del genere.

Scopri tutti gli articoli su VIVERE UK & TURISMO

Come trovare lavoro a Inghilterra


Come potrai immaginare, ci sono molti modi per ottenere un lavoro in Inghilterra e sono tutti riassunti qui. Meglio non concentrarsi su uno solo in particolare: più porte aperte si tengono, meglio è.

a) Job centres e il Servizio di Impiego Britannico

Lavorare in Inghilterra - i Job CentresI centri per l’Impiego nel Regno Unito sono gli uffici INPS in Italia. Oltre a poter richiedere il tuo numero di assicurazione nazionale (essenziale per lavorare in Inghilterra) qui ti aiuteranno anche a trovare un’occupazione.

Quando le aziende hanno bisogno di lavoratori, inviano inviano le offerte di lavoro ai Job Centres, che quindi potranno rivelarsi uno strumento molto utile nella ricerca di un lavoro. Devi solo trovare il Job Centre più vicino (senza appuntamento o nulla), dove troverai dei computer pubblici con touch screen, con i quali è possibile accedere a tutte queste offerte che potrai filtrare secondo i tuoi interessi per posizione, settore, parola chiave, tipo di contratto ecc.

Nei centri di lavoro si possono trovare tutti i tipi di lavoro, da quelli che richiedono qualifiche elevate come architetti o medici ai posti meno qualificati come cameriere. Poiché l’offerta è così ampia ti consiglio di filtrare bene le offerte per non perdere tempo utile con annunci che non ti interessano.

Dopo aver trovato un’offerta interessante ed aver compilato il form, si ha la possibilità di ricevere tutte le informazioni sul lavoro e i contatti dell’azienda (telefono, posta, l’indirizzo se si volesse andare direttamente in prima persona). I centri per l’impiego hanno anche dei telefoni pubblici gratuiti dai quali è possibile contattare le aziende, anche se è meglio cercare di farsi una SIM britannica il più presto possibile.

Si può andare al più vicino Centro per l’Impiego senza appuntamento, dovrai solo andare di persona e trovare un computer a disposizione per iniziare a cercare le offerte. Puo