GMAT Test: I Migliori Libri per Prepararlo da Soli

GMAT Test

 

Se siete arrivati qui è perché dovete ottenere il GMAT, e a pieni voti.

Ma non vi preoccupate, non siete né i primi né gli ultimi, e in questo post tento di darvi una mano.

Indice del Post
  1. Aspetti Generali
  2. I Migliori Libri per Preparare il GMAT
  3. Come Preparare al Meglio Ciascuna delle Parti
  4. Come Iscriversi al GMAT
  5. Come Interpretare il Risultato dell’Esame

 

Di seguito vi spieghiamo come ottenere il Graduate Management Admissions Test (GMAT) preparandolo da soli, senza passare per alcuna scuola o lezioni private. Solo con i libri che oggi vedremo.

Grazie a questo test, le varie università e istituzioni possono standardizzare la prova di accesso al MBA internazionale, creando così un processo più obiettivo e trasparente.

Se volete sapere come preparare il GMAT da soli, continuate a leggere!

Sicuramente per accedere al MBA che volete avrete bisogno di certificare il vostro livello di inglese con il TOEFL o lo IELTS. Qui potete vedere come prepararli da soli.

1. GMAT: Aspetti Generali

Come sapete, sempre più professioni richiedono un Master in Business Administration (MBA), perché una cosa è saperne di ingegneria meccanica e una cosa ben diversa è sapere come condurre con leadership un’impresa di tecnologica.

Senza dubbio un MBA ci aiuterà a migliorare le nostre skills di gestire un team, di negoziare, di parlare in pubblico, di trovare la soluzione ai problemi di tutti i giorni in modo efficace, etc. Inoltre, il prestigio di questi programmi ci aiuterà a sviluppare al meglio la nostra carriera, recuperando gli investimenti in pochi mesi.

Pertanto, un MBA è più che consigliato, ma dal momento che la domanda è così alta, le università e le business school devono fare una selezione dei migliori studenti. E per rendere il processo omogeneo e trasparente, la maggior parte di esse utilizza il test GMAT come prova di accesso.

Quindi il GMAT test non è altro che una prova di 3 ore e mezza, che si svolge a computer, in cui si misurano le vostre diverse abilità di scrittura analitica, quantitative e verbali (comprensione della lettura, correzione di frasi e ragionamento critico) attraverso 78 domande a risposta multipla (multiple choice) e due saggi analitici.

L’esame è al 100% in lingua inglese e il punteggio va da 200 a 800 punti. Il risultato è accettato dalla grande maggioranza delle scuole di commercio di tutto il mondo, le quali richiedono il certificato ottenuto al massimo 5 anni prima.

Il voto ottenuto nel test GMAT non è l’unico criterio utilizzato, ma sarà certamente uno di quelli con più peso, e nella maggior parte dei casi  un voto minimo è uno dei requisiti necessari per poter fare la domanda di ammissione. E di che voto avete bisogno? Dipende. Come sapete, non è lo stesso studiare in un’università o in un’altra. Più è prestigioso l’MBA, più sarà alto il punteggio GMAT di cui avete bisogno. In generale basta un voto superiore a 630, anche se un centro rinomato richiederà di più:

  • Stanford: 730
  • Harvard: 724
  • Chicago Booth: 721
  • Wharton: 718
  • Tuck: 716
  • Columbia: 716
  • Kellogg: 715
  • INSEAD: 704
  • London Business School: 700

2. Preparare il Test GMAT Per Conto Tuo

Abbiamo un obiettivo chiaro: ottenere il voto più alto possibile nel GMAT. E per questo abbiamo bisogno di un certo tempo per preparare l’esame.

Dividiamo la preparazione all’esame in due parti:

a) In primo luogo dobbiamo assicurarci di ottenere il livello di competenze matematiche, analitiche e verbali richieste dal test. Sicuramente è molto tempo che non studiate tanti argomenti presi in considerazione e devi rivederli. D’altra parte, visto che l’esame è in inglese, anche se il vostro livello è buono, vi dovete accertare che le vostro livello di scrittura e vocabolario sia quello richiesto dall’esame.

b) In secondo luogo, una volta che sappiamo i concetti e siamo fiduciosi di riuscire a fare l’esame in inglese, dobbiamo esercitarci, esercitarci e ancora esercitarci coi test precedenti. Vi assicuro che una volta che avrete fatto moltissimi esami, quando il grande giorno arriverà per voi sarà solo un altro dei tanti che avete già sostenuto.

Ci sono molte persone che frequentano corsi costosi, scuole, insegnanti privati, ecc.,  ma onestamente credo che nel 99% dei casi questo sia un modo inefficiente per preparare l’esame, in quanto:

  • Bisogna andare fino alla scuola, con tutto il disagio e lo spreco di tempo che questo comporta
  • Questi corsi costano un sacco di soldi e non vi assicurano in alcun modo un buon risultato
  • In sostanza ciò che si fa è seguire un libro con esercizi simili all’esame

E allora perché non comprare il libro con le risposte e farlo a casa da soli? Si risparmiano un sacco di soldi, tempo e comfort. E soprattutto, sarete voi a decidere le aree dove porre più o meno attenzione.

Non vi resta che pianificare bene: di quali materiali avete bisogno, quanto tempo avete per prepararvi all’esame, quanto tempo potete dedicarci al giorno. Vi assicuro che con i materiali che consiglio di seguito, anche con soli 30 minuti al giorno, se davvero vi impegnate a studiare tutti i giorni, nel giro di qualche settimana dovreste essere pronti ad affrontare il test GMAT e ottenere il voto di cui avete bisogno.

3. Libri per Preparare l’Esame del GMAT

Non esiste una ricetta magica che dice che alcuni libri vi faranno ottenere un voto più alto rispetto ad altri, o vi faranno risparmiare più tempo nella preparazione all’esame.

Tutto dipende dal vostro livello attuale, visto che questo determinerà lo sforzo necessario per ottenere il livello richiesto, e dall’altro lato dal buon uso che farete di questi libri, che per esperienza sono i migliori per preparare il GMAT.

Notate che ho messo i rispettivi link di ogni libro su Amazon perché lì sono molto più economici (differenze fino a 10€) rispetto ad acquistarli nelle librerie. Inoltre, visto che a partire da 19€ le spese di spedizione sono gratuite, io compro sempre da lì. Fate attenzione perché a volte Amazon fa confezioni di tre libri che la gente di solito acquista insieme ad altri, e con le quali potrete risparmiare ancora di più.

Libri di Base

Questi sono i libri che consiglio personalmente, perché sono essenziali per superare il GMAT Test. Dico che sono essenziali perché dubito che potrete tentare il test senza alcuno di essi, in quanto si concentrano su ciascuna delle parti dell’esame e sulle vostre capacità di scrittura, che sono fondamentali nell’esame.

1. GMAT 2016 Official Guide Bundle

libri test GMATLibro Top Questo pacchetto sarà il vostro materiale principale, che vi permetterà non solo di ottenere le conoscenze necessarie, ma anche di abituarvi agli esercizi che troverete all’esame. La confezione di tre libri sviluppata dalla GMAC (Graduate Management Admission Council), l’istituzione incaricata di realizzare l’esame, include:

– The Official Guide for GMAT Review 2016

– The Official Guide for GMAT Quantitative Review 2016

– The Official Guide for GMAT Verbal Review 2016

E la cosa migliore è che quando li comprate insieme risparmiate fino al 25% rispetto ad un acquisto separato. Quindi questi tre libri dovrebbero essere la vostra “bibbia” quando preparate l’esame, dal momento che sono specificamente progettati per questo.

Inoltre, le tre guide aggiornate al 2016 sono dotate di un accesso esclusivo alla piattaforma online, con domande d’esame, video e suggerimenti per la preparazione. A nostro parere non si tratta di libri costosi per la qualità che hanno, e ne valgono certamente la pena. Vedi su Amazon.

2. Cambridge Preparation for the TOEFL

migliori libri esame gmat

Libro Top Se per l’accesso al MBA dovete prima ottenere il TOEFL per certificare il vostro inglese, questo è il libro base di Cambridge che è appositamente progettato per prepararsi al TOEFL e superarlo a pieni voti. Ci sono un sacco di esercizi per esercitarvi al test e allo stesso tempo rafforzare il vostro livello di inglese. Con questo libro si viene preparati molto bene per l’esame.

Inoltre, questa versione aggiornata è dotata di 4 CD con i quali potrete dare il meglio sulle parti di listening e speaking. In più include vecchi esami per poter fare pratica. La verità è che si tratta di un libro molto completo, che ci aiuta a rafforzare il nostro livello di inglese per l’esame. Sicuramente ne vale la pena. Vedi su Amazon

 

 

Libri Molto Consigliati

L’esame del GMAT è così competitivo che non possiamo permetterci di perdere un solo punto in una qualsiasi delle sue parti, quindi è necessario che rafforziamo ciascuna di esse con esercizi extra che ci permettono di praticare l’esame e ottenere un risultato migliore.

Il mio consiglio è di comprare questi libri prima per pianificare lo studio, ma di iniziare ad usarli solo una volta che avrete concluso la guida ufficiale di cui ho parlato sopra. Il fatto è che questi libri sono perfetti per rafforzare ogni parte dell’esame nelle settimane precedenti alla data dell’esame.

1. Foundations of GMAT Verbal (Manhattan GMAT Strategy Guide: Verbal GMAT Supplement Guide)

test di preparazione GMAT per mbaLibro progettato appositamente per la preparazione della parte verbale del test, in cui svilupperete la vostra comprensione della lettura (Reading Comprehension RC), il pensiero critico (Critical Reasoning CR) e la vostra capacità di correggere le frasi (Sentence Correction SC).

Il libro include molti esercizi ben spiegati passo dopo passo e diversi esempi, in modo che gli studenti possano sviluppare appieno le competenze richieste in questa parte dell’esame. Include anche esercizi di ripasso presi dalle prove d’esame precedenti. Sicuramente un buon libro con il quale sarete sicuri di affrontare il GMAT con la preparazione necessaria per la parte verbale. Vedi su Amazon.

 

2. Advanced GMAT Quant ( Manhattan Prep)

preparare il test GMAT in lineaLibro preparato appositamente per la preparazione della parte d’esame relativa all’ambito numerico, noto come “parte quantitativa”. In sostanza, come il libro precedente, si tratta di un collezione di diversi tipi di esercizi e spiegazioni che troviamo in questa parte dell’esame, e in cui svilupperete le capacità di Problem Solving (PS) e Data Sufficiency (DS ).

Gli esercizi sono spiegati molto bene passo dopo passo, e il libro è ottimo per il gran ripasso finale di cui abbiamo bisogno nelle ultime settimane prima della prova. Ha anche esercizi degli esami precedenti con cui esercitarsi il più possibile. Sicuramente un libro altamente consigliato! Vedi su Amazon.

 

4. Analisi di ognuna delle parti del GMAT

test GMAT Italia

a) Sezione Quantitativa

Questa parte è costituita da un totale di 37 domande e lo studente ha un massimo di 75 minuti. Lo scopo di questi esercizi è quello di misurare il livello del candidato sulle questioni relative all’algebra, la geometria e l’aritmetica. Tutti gli esercizi che incontriamo qui sono divisi in due categorie:

1. Problem Solving: In primo luogo, l’esame si concentra sulla soluzione di problemi, in cui si stabilisce qual è il problema di fondo, se ne calcola la soluzione e, infine, si deve fare la scelta giusta tra le diverse risposte che vengono messe a disposizione. Ad esempio:

GMAT esercizi online da praticare

2. Data Sufficiency: In secondo luogo, dovrete valutare diversi tipi di dati, in cui si deve decidere se avete a disposizione informazioni sufficienti per rispondere alle domande poste. Sono questioni molto complesse e che richiedono molta pratica. Ad esempio:

ibri praticano e preparare il GMAT

b) Sezione Verbale

In questa sezione, dedicata allo sviluppo del linguaggio, troverete un totale di 41 domande a scelta multipla a cui si deve rispondere entro un massimo di 75 minuti. All’interno di questa parte ci sono tre tipi di domande:

1. Sentence Correction: in questi tipi di domande si deve selezionare la frase corretta relativa alla parte sottolineata del testo. Per cui è fondamentale avere un’ottima base di grammatica inglese, e conoscerne tutte le regole, anche le più minuziose. Per questo vi consiglio l’Advanced Grammar in Use. Ecco un esempio di questo tipo di domande:

mba certificato GMAT

2. Critical Reasoning: Domande di ragionamento critico in cui si deve fare un’analisi approfondita di com’è realizzata un’argomentazione nel testo, includendo qualsiasi deduzione, supposizione o contributo che possano rafforzare o smentire un ragionamento. Ad esempio:

prepare the gmat text books

3. Reading Comprehension: In questa sezione dovrete affrontare la comprensione della lettura di un paragrafo e una serie da tre a cinque domande su di esso. Quindi, è necessario analizzare tutte le informazioni ottenute nel minor tempo possibile.

c) Analytical Writing Assessment (AWA)

In questa parte dell’esame il candidato deve scrivere un saggio argomentativo in 30 minuti. La prova viene eseguita a computer ed è corretta da un lato da un software chiamato e-Rater, e dall’altra da un essere umano, e ognuno assegnerà un punteggio al saggio da 0 a 6. Se i voti non differiscono per più di un punto, il voto finale è la media tra i due, in caso contrario un terzo correttore umano lo correggerà di nuovo.

Per quanto riguarda il correttore informatico, questo programma non fa altro che analizzare la creatività e la sintassi nella scrittura, così come le caratteristiche linguistiche e strutturali. Non è più di un robot che analizza le parole utilizzate e la loro forma.

Per quanto riguarda il correttore umano, questo valuta la qualità delle idee e la vostra capacità di svilupparle ed esprimerle. Pertanto, la buona struttura e la precisione del vocabolario sono le chiavi di questa parte.

d) Integrated Reasoning

Questa sezione di 30 minuti prevede 12 domande a scelta multipla che vengono valutate separatamente da 1 a 8. In queste viene fornita ai candidati una serie di dati, come dei testi, dei grafici, delle tabelle, ecc. da cui è possibile estrarre le idee necessarie per rispondere alle domande, che alla fine misurano la vostra capacità analitica. In questa parte ci sono tre tipi di domande:

1. Table Analysis: Viene fornita una tabella di dati con la possibilità di ordinarli secondo vari parametri dell’intestazione. Dovrete poi determinare la veridicità di diverse dichiarazioni relative a tali dati.

2. Graphip interpretation: A queste domande si può rispondere con i dati che potrete estrarre da un grafico e dal testo che lo accompagna.

3. Multi-Source Reasoning: Il candidato ha diverse schede con varie informazioni sul caso da risolvere, e con le quali deve determinare la veridicità delle diverse dichiarazioni.

4. Two-parts analysis: Problema matematico con due incognite la cui gamma di possibili risposte sono elencate in forma di tabella.

5. Come Iscriversi all’esame del GMAT

Iscriversi al GMAT è molto semplice, e anche se è possibile farlo via e-mail, vi consiglio di procedere attraverso la pagina web ufficiale della prova. Una volta sul web, dovete solo scegliere una delle date disponibili nella vostra città e pagare le tasse d’esame, pari a circa 250$, che è possibile pagare in vari modi, tra cui il più semplice è il pagamento con la carta di credito.

Qualcosa che dovete tenere a mente è che vi potete iscrivere all’esame una sola volta ogni 30 giorni, per un massimo di 5 volte l’anno. D’altro canto però, le business school tengono conto del numero di volte in cui il candidato ha tentato l’esame, per cui conviene prepararsi bene per il test prima di presentarsi a sostenerlo.

Pagina Web per l’Iscrizione

6. Come si calcola il vostro punteggio del GMAT?

L’esame GMAT non è come gli altri test che potete aver sostenuto in precedenza, dato che di base la domanda seguente dipende dall’esito della domanda corrente.

Ricordiamo che il GMAT è un esame on-line al 100%, in cui un algoritmo decide la domanda successiva in base al risultato di quella precedente, e sulla base del risultato di tutte calcola il vostro esito.

I punti principali di cui tener conto riguardo questo algoritmo sono:

1. A ciascuna delle domande del GMAT viene assegnata una probabilità cumulativa di rispondervi correttamente chiamata “Item Characteristic Curve”, calcolata sulla base dei risultati di migliaia di candidati precedenti.

parte matematica del gmat test

2. L’algoritmo sceglie le domande successive sulla base del risultato di quelle precedenti, comparato alla loro probabilità di essere indovinate. Cioè, non solo il sistema calcola se avete risposto alla domanda correttamente o meno, ma la compara anche con la prestazione degli altri candidati.

3. Inoltre, ad ogni domanda è anche assegnata una probabilità di rispondervi in modo errato.

4. Il risultato da 0 a 60 di ciascuna delle sezioni precedenti è dato dalla somma delle probabilità delle risposte date correttamente e da quella delle risposte scorrette.

5. Infine, per calcolare il punteggio finale dell’esame, l’algoritmo utilizza i valori di ciascuna delle parti e li moltiplica nuovamente per la probabilità di ottenere quel voto in quella parte (quindi va a confrontare il candidato con gli altri candidati in ognuna delle parti). Questa è la ragione per cui su percentuali alte pesa molto di più il voto della parte verbale rispetto a quella quantitativa.

7. Interpretazione del Risultato del GMAT

Una volta fatto il test, nel giro di un giorno si riceverà il certificato che come potete vedere elenca il punteggio di ciascuna delle parti dell’esame, la data dell’esame, e l’ordine delle università in cui vengono inviati i vostri risultati.

Nel caso in cui si sia fatto l’esame più di una volta, la data e le valutazioni dello stesso appariranno anch’esse sul certificato.

risultato del test GMAT

Spero che questo post vi sia stato utile per iniziare a prepararvi per il GMAT test, se avete domande non esitate a lasciare un commento 🙂