Guida per un Lavoratore Autonomo in Inghilterra

Lavoratore autonomo iva inghilterra

Un maniera per lavorare in Inghilterra è di farlo come lavoratore autonomo. Se è questo quello che vuoi fare, continua a leggere il nostro post.

Se fai un lavoro freelance o offri servizi alle imprese puoi diventare un lavoratore autonomo in Inghilterra. La prima cosa da sapere è che in Inghilterra è molto più facile lavorare in proprio rispetto all’Italia, ed inoltre, si pagano anche molte meno tasse al mese.

Sebbene registrarsi come autonomo nel Regno Unito sia semplice ed economico, ti raccomandiamo di fare tutto il processo tramite uno specialista. Penso che avere la tranquillità che tutta la burocrazia e le questioni fiscali siano in buone mani non abbia prezzo.

Noi consigliamo di rivolgersi a InterLegal consulting LLP, uno studio di avvocati inglesi, fiscalisti e contabili con sede a Londra e amministrato da spagnoli con una grande esperienza nel settore. Non scordarti di dire che ti manda TrucchiLondra.com cosí riceverai uno sconto del 5%.

In questo post ti diremo chi può essere autonomo nel Regno Unito e come iscriverti come autonomo in maniera semplice e veloce. Inoltre, conoscerai i vantaggi di essere self-employed in Inghilterra.

Essere un lavoratore autonomo nel Regno Unito

Per iniziare, dovrai vedere se hai almeno alcuni dei requisiti necessari per essere autonomo in Inghilterra:

  • Gestisci un’attività per conto tuo e ti assumi la responsabilità di un eventuale successo o fallimento.
  • Hai diversi clienti allo stesso tempo.
  • Puoi decidere come, dove e quando svolgere il tuo lavoro.
  • Puoi assumere e pagare altre persone che ti aiutino o facciano il lavoro per te.
  • Fornisci gli elementi necessari per svolgere lavoro.
  • Sei responsabile di terminare qualunque lavoro insoddisfacente ne tuo tempo libero..
  • Applichi un prezzo fisso per il tuo lavoro.
  • Vendi beni e servizi per trarre profitti (anche tramite siti web o app).

Puoi essere un lavoratore per conto di terzi e autonomo allo stesso tempo se non si sovrappongono gli orari. Devi conoscere molto bene la tua situazione poiché alcune delle opzioni che abbiamo appena detto possono applicarsi se sei padrone di una società anonima, senza essere classificato come autonomo nella HMRC (il fisco del Regno Unito).

Ci sono altri modelli di imprese oltre all’essere commerciante, per esempio, diventare socio di un partenariato o creare la tua propria società anonima.

Vendita di beni e servizi

Questo può essere il modello più comune, perciò lo andiamo ad analizzare. Il governo britannico afferma che se commerci sei autonomo, e che probabilmente stai commerciando se:

  • Vendi regolarmente per ottenere profitti.
  • Produci articoli da vendere con fine di lucro.
  • Vendi online o attraverso annunci tradizionali.
  • Guadagni provvigioni per vendere prodotti per altre persone.
  • Ti pagano per un servizio che fornisci.

Se vendi di tanto in tanto oppure non hai pianificato di ottenere un profitto, questo non è considerato commerciare, perché non saresti autonomo agli occhi del governo britannico

I vantaggi di essere Lavoratori Autonomi in Inghilterra

Nel Regno Unito il tipo di lavoro autonomo varia a seconda del fatturato annuo, e ci sono tre casi:

• Se in un anno non si superano le 7.475 sterline, dovremo pagare le tasse corrispondenti alla “classe 2”. Questo tasso è poco più di 10 € al mese (2,80 sterline a settimana), che coprono anche l’assicurazione. Come in Italia, possiamo aumentare questo importo da pagare per la nostra pensione. Una novità è che in Inghilterra si può evitare di pagare questa tassa se ci viene concessa l’esenzione. In questo caso non abbiamo diritto a prestiti o borse di studio, però non paghiamo nulla per essere autonomi.

• Se all’anno fatturiamo tra le 7.475 e le 42.385 sterline, si dovranno pagare le tasse corrispondenti alla “classe 4”. A differenza di prima, questa tassa va pagata alla fine dell’anno. Per farlo, dobbiamo completare l’autovalutazione (il Self Assessment) con tutta la fatturazione e le spese annue. Dovremo pagare il 9% per la classe 2 e una percentuale variabile a seconda delle sezioni del proprio fatturato. Ad esempio: 20% per le prime 7000 sterline, 24% per le successive, ecc.

• Se all’anno fatturiamo più di 42.385 sterline dobbiamo registrare il VAT (IVA in Italia). Questo significa che i lavoratori autonomi pagano l’IVA solo se superano questa cifra.

Registrarsi come Lavoratore Autonomo su Internet in 5 Passaggi

Qui spieghiamo come possiamo diventare lavoratori autonomi in Inghilterra, se è vero che si può fare on-line e se è davvero così facile come sembra.

1. La prima cosa da fare è andare sul sito web di HM Revenue & Customs, l’istituzione che corrisponde alla Agenzia delle Entrate italiana.

autonomos1

2. Prima di iniziare a registrarci, possiamo imparare tutto quel che c’è da sapere sulle leggi dei lavoratori autonomi in Inghilterra dalla pagina relativa ai self-employed sul sito di HM Revenue & Customs. Senza uscire da questa pagina si può anche avviare la procedura di registrazione come lavoratore autonomo. Nella colonna di sinistra vedremo un link che dice Self Assessment.

 

autonomos2

 

3. Per iniziare la registrazione come lavoratore autonomo clicchiamo su Register, e ci apparirà una schermata con tre opzioni. Entriamo su Register for HMRC Taxes, situato sulla colonna a destra dedicata alla creazione di nuove imprese, alla registrazione dei lavoratori autonomi, ecc.

 

autonomos3

 

4. Si apre una nuova schermata, questa volta attiviamo l’opzione: “I want to tell HMRC that I am in business and need to register for a new tax or tell HMRC that the company is now active” e clicchiamo avanti. La schermata successiva è esplicativa e dice quel che può essere fatto attraverso questa registrazione. Dove dice che è un servizio valido per i Self-employed (lavoratori autonomi), clicchiamo avanti.

5. La pagina successiva è esplicativa, leggete e passate a quella seguente. Infine ci appare una schermata in cui ci viene chiesto se abbiamo un account o meno. Visto che potremmo non avercelo, dobbiamo crearlo. Dopo averlo creato e confermato via email sarà possibile completare il processo di registrazione.

 

In questo processo di registrazione vi verrà chiesto il National Insurance Number (NIN), necessario per poter lavorare in Inghilterra. Se non ce l’avete, la vostra registrazione come lavoratore autonomo in Inghilterra verrà posticipata. In questo articolo abbiamo visto come ottenere il NIN, sia nel caso non ce l’abbiate, sia nel caso in cui dobbiate sollecitarne la richiesta.

Vi chiederanno anche un numero VAT, la partita IVA britannica. È possibile farlo al momento o più avanti, e anche lavorare senza avercelo. Come ho detto prima, è necessario solo se si superano le 79.000 sterline l’anno di fatturato.

E dopo aver inserito i vostri dati personali e il NIN, avrete completato il processo di registrazione come lavoratore autonomo in Inghilterra. Se avete già ottenuto il NIN, nel giro di una mattinata verrete registrati come lavoratori autonomi nel Regno Unito. Garantito!

Hai bisogno dei fare dei pagamenti con cambio di valuta? (da euro a sterline o viceversa) Non lasciare che la tua attività perda soldi a causa delle onerose commissioni bancarie. Ti consigliamo Transferwise o Azimo: veloce, sicuro e sopratutto con esattamente il cambio che usi nei bonifici internazionali.

Hai bisogno di aiuto per essere autonomo?

Se stai pianificando di aprire un’impresa nel Regno Unido, senza dubbio noi ti incoraggiamo. All’inizio non paghi tasse, hai molti vantaggi fiscali e il processo è molto veloce ed economico. L’unico cosa negativa che può capitare è che la tua attività non vada come speravi e che tu decida di chiudere l’impresa, in quel caso il processo è ugualmente veloce, semplice ed economico.

Nonostante sia tutto molto semplice, ti consigliamo di appoggiarti a un’agenzia di pratiche amministrative. Per nostra esperienza e per la professionalità riscontrata noi raccomandiamo Inter Legal Consulting per i seguenti motivi:

  • Hanno una grande esperienza: da molti anni aiutano cento imprese nel Regno Unito a far fronte in maniera più efficiente agli obblighi fiscali. Sono specialisti di diritto commerciale, societario e d’impresa e vi possono indirizzare nel momento in cui decidete di aprire la vostra impresa o registrarvi come lavoratori autonomi in qualsiasi parte del Regno Unito.
  • Ti aiutano gratuitamente nel processo di registrazione dell’impresa.
  • Puoi stare tranquillo che la tua impresa adempirà a tutti gli obblighi fiscali richiesti dalle istituzioni britanniche e per questo non ci sono rischi di multe o penalizzazioni.
  • Poiché conoscono bene la legge, puoi sfruttare al meglio tutti i vantaggi fiscali esistenti a seconda delle tue circostanze e del tuo modello di impresa.
  •    Grazie al gran numero di visite del blog, sono riuscito a far ottenere uno sconto del 5% ai miei lettori! Devi solo dire che ti manda TRUCCHI LONDRA 🙂  
  • Sia chiaro che nel Regno Unito ci sono tantissime agenzie di pratiche amministrative e che se ti consigliamo questa è perché, di fatto, in base alla nostra esperienza, pensiamo sia la migliore.

Spero che questo post sul lavoro autonomo in Inghilterra ti possa essere utile. Se sei stato o sei un lavoratore autonomo in Inghilterra e ti va di raccontarci la tua esperienza, scrivici nei commenti 🙂

Summary
Review Date
Reviewed Item
Registrarsi come Lavoratore Autonomo in Inghilterra
Author Rating
51star1star1star1star1star