Imposte e Documenti di Lavoro nel Regno Unito che devi conoscere

Hai deciso di andare per un po’ nel Regno Unito a lavorare. Ma non conosci gli aspetti fiscali ad esso correlati perché sono di un paese diverso dal tuo. Ecco, ci sono alcune cose che dovresti sapere.

Ti anticipiamo che la cosa più importante è sapere quali tasse bisogna pagare e quali documenti sono importanti durante il tuo periodo di lavoro in Gran Bretagna.

In questo articolo ti spiegheremo come funziona il sistema fiscale britannico, come fare la dichiarazione dei redditi, quali tasse possono esserti restituite e quali sono i documenti di lavoro più importanti del Regno Unito.

Tasse PAYE e N.I: le imposte del sistema fiscale britannico

Quali sono le tasse da pagare nel Regno Unito?

Le tasse che vengono detratte dal salario di un lavoratore nel Regno Unito sono il PAYE e il NI. Per poter incassare quel salario, ti consigliamo di aprire un conto in banca.

Il PAYE (Pay As You Earn) è ciò che in Italia conosciamo come IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche). In questo articolo su come calcolare il tuo stipendio nel UK trovi un esempio che può farti capire meglio. In sintesi, significa che non pagherai le tasse per le prime £11.500 all’anno che guadagni. Da queste, viene detratta una percentuale in base al denaro che hai versato e che diventa parte delle tasse.

Grazie al PAYE, devi anche sapere che non paghi alcuna tassa in più in caso di secondo lavoro come invece succede in Italia. Qui, ripetiamo, paghi le tasse in base a ciò che hai inserito in quell’anno. Eventuali problemi riguardo alle tasse potrebbero nascere all’inizio quando le diverse aziende non sanno cosa e quanto paghi negli altri posti di lavoro. Ma non ti preoccupare, puoi chiedere e te lo restituiscono.

[table “500” not found /]

D’altra parte, il NI o il Nat.Ins è ciò che in Italia è noto come Sicurezza Sociale. È il numero di previdenza nazionale di cui abbiamo parlato nell’introduzione. Nel post sul salario troverai anche un altro esempio in modo che tu possa capire perfettamente la questione tasse. La maggior parte delle persone appartiene alla categoria A per quanto riguarda il pagamento delle tasse.

[table “501” not found /]

Infine, ci sono le tasse conosciute come Tax Code. Questo è, letteralmente, il codice delle imposte. Viene utilizzato in riferimento al PAYE, ti dice quanto puoi caricare senza dover pagare quella percentuale. È rappresentato da un numero (risultante dal tuo personal allowance diviso per 10) accompagnato da una lettera che può essere L o T.

Se non si dispone di personal allowances, come auto aziendali, telefoni o qualsiasi altro tipo di aiuto, questo Tax Code inizia al minimo stabilito per l’anno fiscale. Nel periodo 2017-2018 è pari a £11.500, quindi in questo caso è rappresentato da 1150L.

Imposte nel Regno Unito: quando sei obbligato a pagare e come

Per poter lavorare (e pagare le tasse e avere accesso all’assistenza sanitaria) dovrai procurarti il National Insurance Number, noto come NIN. Senza di esso non sarai in grado di lavorare.

Se stai più di 183 giorni in Inghilterra, sei tenuto a dichiarare le tue tasse. L’anno fiscale di solito comprende tra aprile e aprile di ogni anno e il fisco britannico si chiama HMRC (Her Majesty’s Revenue and Customs).

Per quanto riguarda i richiami, è possibile richiedere un rimborso delle imposte pagate per un periodo massimo di 5 anni fiscali. D’altra parte, grazie all’accordo che il Regno Unito ha con l’Italia, quando ritorni al tuo Paese puoi reclamare i soldi se hai pagato più tasse del dovuto.

Se hai intenzione di trasferirti per lavorare nel Regno Unito, potresti essere interessato a come cambiare gli euro in sterline e come trasferire la domanda di disoccupazione in Italia.

Dichiarazione dei redditi nel Regno Unito

All’inizio non dovrai fare nulla. Normalmente loro stessi ti indicano le tasse che dovrai pagare o meno. Anche così, puoi sia sapere quali dati hai e persino modificarli sul sito web del governo.

Se preferisci non farlo al computer, puoi contattarli direttamente per telefono (0300 200 3300). Tieni a portata di mano il tuo NIN e i documenti P45 o P60. Li trovi tutti i giorni: dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00, il sabato dalle 8:00 alle 16:00 e la domenica dalle 9:00 alle 17:00.

L’ultima opzione è di contattarli per posta: Pay As You Earn e Self Assessment-HM Revenue and Customs, BX9 1AS, Regno Unito.

Impuestos en la HMRC, Hacienda de InglaterraDa un lato, bisogna dire che in realtà non fai la dichiarazione dei redditi. Quello che viene fatto qui è la Income Tax. Quello che fanno è che trattengono le tasse direttamente in base al proprio tax code, che viene assegnato dall’HMRC con le informazioni sul proprio stipendio fornite dalla propria azienda.

Nel caso in cui riceviate alcuni benefici o entrate extra dovrete fare ciò che viene chiamato Self Assessment. Nel caso in cui tu hai entrate extra e devi del denaro, puoi scegliere fra pagarle direttamente o farti cambiare il tax code per poterlo pagare mensilmente. Se, al contrario, hai pagato in eccesso, ti restituiranno i soldi sotto forma di assegno.

Nel caso in cui desideri assicurarti che il tax code visualizzato sul tuo libro paga sia corretto, puoi chiamare l’HMRC per verificarlo. Puoi anche farlo online.

Una cosa da tenere a mente è che nel primo anno di lavoro nel Regno Unito le tasse che si pagano sono inferiori. Ciò significa che la tua tax allowance (tasse da pagare in base all’età, al reddito …) è maggiore.

Com’è il rimborso delle tasse fatte nel Regno Unito?

Tieni presente che non ti restituiranno nulla per il solo ed esclusivo fatto che ritorni nel tuo paese di origine. Le tasse saranno restituite solo se ti spettano. Perché tutto ti sia chiaro, è utile riguardare l’articolo sul salario nel Regno Unito.

Una volta terminato l’anno fiscale, l’HMRC calcolerà quanto hai pagato tra il momento in cui hai iniziato a lavorare e la fine di quell’anno fiscale. Poi sarà diviso tra i mesi in cui hai lavorato e quel denaro ti verrà restituito. Almeno questa è la stima che fanno.

Quel denaro sarà incluso nel tuo libro paga l’anno successivo, vedrai come concetto le parole income tax. Nota: se hai intenzione di chiedere un qualche tipo di aiuto sociale, benefit, non puoi chiedere un rimborso, anche se ci sono delle eccezioni.

Queste sono le possibilità con cui puoi ottenere un rimborso fiscale:

  • Stai lavorando e ti hanno fatto pagare tasse troppo elevate sul tuo stipendio.

Il modo di fare la richiesta dipende dall’anno fiscale in cui hai pagato di più. L’anno fiscale va dal 6 aprile al 5 aprile dell’anno successivo.

  • Hai lasciato il lavoro.

Nel caso in cui già riceviate un sussidio di disoccupazione, un supporto per l’impiego, un assegno di assistenza o un sussidio di invalidità superiore alle 28 settimane, non sarete in grado di ottenere un rimborso.

Nel caso in cui devono restituirti i soldi lo faranno alla fine dell’anno fiscale o quando inizi un nuovo lavoro.

  • Hai fatto una dichiarazione dei redditi e hai pagato troppo.

Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che hai modificato il tuo tax refund dopo averlo inviato, hai inserito l’importo sbagliato quando hai pagato il Self Assessment o non sei più autonomo e ricevi pagamenti.

Nel caso in cui hai effettuato la dichiarazione dei redditi online devi inserire il tuo account HMRC, andare al Business tax account e poi a Self Assessment Details and Options. Qui si dovrebbe andare a più opzioni e fare clic su Request a Repayment.

IRPF devolución de impuestos en la rentaIn caso tu lo facessi su carta dovresti ricevere il rimborso sul conto bancario che hai elencato. Se non l’hai fatto devi contattare l’HMRC e spiegare perché pensi di aver pagato di più.

Se lo si fa per iscritto è necessario includere l’UTR (Unique Taxpayer Reference) in dichiarazioni precedenti e con le coordinate bancarie del conto britannico.

  • Ricevi una pensione

Se si dispone di una pensione privata, il provider ti restituirà direttamente quel che ti è dovuto. Se non lo fa, l’HMRC pubblicherà online (di solito alla fine di settembre) il calcolo delle imposte P800. Ti verrà detto che puoi reclamare online o ti invieranno direttamente un assegno entro 14 giorni.

Se sei in pensione e prendi la pensione statale è necessario compilare il formulario P50 .

  • Hai comprato un’annualità vitalizia

Una rendita vitalizia è un reddito garantito per la vita che acquista un assicuratore in cambio di una somma forfettaria. Di solito paghi un’imposta automaticamente al tasso del 20%. Ma se non hai bisogno di pagare l’imposta sul reddito perché non guadagni più dell’assegno di assistenza personale, puoi reclamare l’eccesso od ottenere entrate gratuite.

Per recuperare le imposte serve il documento R40 e per ottenere le entrate il formulario R89.

  • Hai usato i tuoi soldi per il tuo lavoro.
  • Hai pagato interessi sui risparmi a basso reddito.
  • Se vivi in ​​un paese e hai un reddito da un altro.

Nel caso in cui te lo debbano restituire con un assegno, di solito viene inviato entro 5 settimane. Se non arriva devi aspettare 5 settimane dopo aver effettuato un reclamo online e 6 settimane dopo averlo effettuato per posta. Quindi puoi metterti in contatto con HMRC.

Se ti arrivano sul conto bancario, dovresti ricevere il pagamento entro 5 giorni, ma può durare fino a 25 giorni se il rimborso fiscale è preso dal territorio o pensione e non hanno un calcolo fiscale P800.

Lavorare con un codice di emergenza

In questo caso, ciò che devi fare è regolarizzare la tua situazione. Sarebbe l’ideale per non avere problemi. Se questo non è possibile entro la fine dell’anno fiscale, l’unica cosa che devi fare è quello di restituire il modulo P800 debitamente compilato e che ti invierà lo stesso HMRC. In questo caso, ti invierà un assegno con i soldi delle tasse che ti devono restituire.

Se non stai lavorando

In questo caso sorgono due diversi scenari:

Non hai lavorato per molto tempo

Ovviamente, se sei ancora disoccupato non avrai guadagnato niente e non sarà necessario chiedere più rimborsi.

Tuttavia, se è meno di quattro settimane che lavori nella tua nuova società, questa deve prendere in consegna il rimborso delle tasse. Vale a dire, che all’HMRC non serve dirgli niente.

Affinché il tuo nuovo datore di lavoro ti restituisca le tasse, devi portargli le parti 2 e 3 del modulo P45. Con quello, dovrebbe essere abbastanza. La prima parte è per te.

Non lavori da meno di 4 settimane

Se sai che dovrai stare almeno quattro settimane senza lavoro dal tuo ultimo lavoro e non chiederai dei benefits dovrai reclamarli all’HMRC. Devi inviare per posta due moduli: il P50, chiamato clamming tax back, e la parte 1A del P45.

Documentos laborales de Inglaterra: P45

Quali tasse vengono restituite se torni in Italia?

Sia se torni in Italia e sia smetti di lavorare prima della fine dell’anno fiscale, sicuramente la stima che l’HMRC ha fatto di ciò che ti deve restituire non è corretta. È molto probabile che tu abbia pagato più di quanto dovresti.

Hai tempo fino a quattro anni per rivendicare quei soldi. Dovrai chiedere il modulo P85 e compilare anche le parti 2 e 3 di P45. Se vuoi richiedere il denaro degli anni precedenti devi allegare i P60 degli anni in cui hai lavorato nel Regno Unito. La tua azienda dovrebbe averle consegnate al momento della cessazione del rapporto di lavoro con loro. Ricordati di indicare il tuo attuale indirizzo in Italia perché altrimenti non potranno inviarti l’assegno.

In precedenza abbiamo parlato di alcuni di questi documenti, ma ce ne sono due che non abbiamo menzionato:

  • P50: Il clamming tax back è quella che viene inviata per richiedere il rimborso nel caso in cui tu sia stato meno di 4 settimane senza lavorare. Va accanto alla parte 1A del P45.
  • P800: Te lo invia l’HMRC se la tua situazione è irregolare (un NIN non corretto o di emergenza) e la regolarizzi. Quando lo rispedisci, ti verranno rimborsati i soldi delle tasse pagate di più.

Cuenta bancaria TransferWiseRicordati che se la dichiarazione ha successo, puoi trasferire quelle sterline “extra” (che in quel momento hai pagato al governo) al tuo account italiano tramite Transferwise o Azimo invece che con trasferimenti bancari internazionali.

Ti ricordiamo inoltre che TransferWise ha il tuo conto bancario e la tua carta. Con esso è possibile versare o prelevare denaro gratuitamente. Puoi anche effettuare trasferimenti con uno scambio di valuta molto economico.

Documenti di lavoro importanti nel Regno Unito

1. Il Libro Paga

Questo non cambia. È lo stesso che in Italia. Devi ricevere un documento che spieghi nel dettaglio tutte le informazioni sullo stipendio, oltre a ciò che viene addebitato. Qui è conosciuto come payslip. In esso devi mostrare le ore di lavoro, il Tax Code e il reddito lordo e le relative detrazioni e imposte. Se c’è qualche altro pagamento da parte dell’azienda, deve anche apparire.

documentos laborales

2. P45

Documentos laborales P45 salario

Questo documento è un modulo che l’azienda deve compilare quando smetti di lavorarci. Viene utilizzato per indicare quanti soldi hai raccolto in totale dall’azienda e le tasse detratte e le tasse pagate per loro. Possiamo riassumere dicendo che è il documento che giustifica quello che hai versato e quanto.

Assicurati di lasciare l’azienda con tale documento, perché se no c’è il rischio che debbano ricalcolare quanto hai lasciato da pagare sul nuovo lavoro e che facciano qualche errore. Non è un documento che puoi chiedere di nuovo.

3. P60

Questo documento è l’equivalente dell’IRPEF italiano. Mostra il tuo stipendio e le detrazioni che sono state fatte, cioè puoi vedere le tasse pagate in totale per un anno. Con esso è possibile calcolare il Tax Code e anche il pagamento delle imposte per finanziare. Viene anche usato per richiedere un qualche tipo di finanziamento o credito, come prestiti o anche mutui.

Poiché riassume il reddito annuale è ottenuto alla fine dell’anno fiscale. Come abbiamo già detto, il periodo è solitamente da aprile ad aprile, quindi dovresti riceverlo al massimo alla fine del mese successivo (fine maggio). Se durante quell’anno fiscale hai avuto più di un lavoro, ogni azienda deve darti questo documento.

Nel caso in cui lo perdi, l’azienda deve tenerlo per 3 anni. Puoi chiederlo di nuovo entro quel tempo.
documentos laborales Gran Bretaña

4. P11d

Questo documento non sempre ce l’avrai. È solo per i lavoratori che ottengono qualche tipo di benefit aggiuntivo dalla società. Ciò include auto o telefoni aziendali, qualche tipo di abbonamento per i mezzi pubblici, palestra o pasti e anche un’assicurazione sanitaria privata.

Questo documento è necessario in questo caso perché questo tipo di spese da parte dell’azienda deve essere detratto dalla Personal Allowance annuale di cui ti abbiamo già parlato in precedenza.

Se lo perdi, è abbastanza facile da recuperare. Se non riesci a ottenerlo dall’azienda, puoi richiederlo direttamente all’HMRC.

Ejemplo del documento P11D

5. P85

È quello di cui hai bisogno quando torni in Italia. Serve per poter richiedere le imposte o le tasse quando lasci la Gran Bretagna. Può essere ordinato sia online che per posta.

documento de trabajo devolución de dinero

Qui ti lasciamo tutte le informazioni su tasse, imposte e documenti che devi sapere se lavori in Inghilterra.

Se hai avuto esperienze con le tasse britanniche e vuoi dircelo, sicuramente ci sarà utile. Questo delle tasse è un qualcosa di molto importante e che deve essere preso in considerazione.

Speriamo che lo trovi utile e se hai qualche domanda scrivila nei commenti 🙂