Calcolo dello stipendio netto nel Regno Unito

Calcolo dello stipendio in Inghilterra

E’  una domanda che ci sorge spontanea appena troviamo un buon lavoro.

Sì, ci accreditano X euro lordi al mese, ma  quanto ce ne rimangono netti, senza imposte o altro?

Già è normale preoccuparsi di questo in Italia con gli euro; se ti trasferisci nel Regno Unito dove la valuta cambia e devi imparare come muoverti con le sterline, potresti fare un po’ di confusione.

Calcolare il tuo stipendio nel Regno Unito

Per iniziare, consigliamo uno strumento molto affidabile, The Salary Calculator, che ti permette di fare molte cose col tuo stipendio per calcolare esattamente quanto ti rimane del tuo salario. Tra le varie funzioni, ce n’è una che ti permette, per esempio, di vedere quanto guadagneresti se invece di essere pagato mensilmente o settimanalmente, ti pagassero ad ore. Ed il calcolo è abbastanza preciso. 

Un’altra funzione molto utile, è il calcolo inverso. In poche parole, introduci la cifra che, approssimativamente, ti serve per vivere (affitto, bollette di luce e acqua, cibo, etc.) e il calcolatore ti dice che stipendio minimo dovresti percepire per mantenere un livello di vita accettabile. Questo strumento include un comparatore di stipendi che serve se, ad esempio, stiamo pensando di cambiare lavoro e stiamo cercando di capire quale dei due ci conviene di più. Qui è possibile comparare i due profitti netti, per essere sicuri di quanto stiamo parlando realmente.

Se invece preferiamo farci i nostri conti da soli perché non ci fidiamo di un ingegno informatico che potrebbe commettere degli errori (sicuramente fa degli errori, ma abbastanza irrilevanti), diamo un’occhiata alle tasse e detrazioni che esistono nel Regno Unito.

Quando ti arriva uno stipendio britannico bisogna guardare tre cose: il Tax Code, il PAYE e il NIN. Non è geroglifico. Andiamo a spiegare ciascuna voce per conoscerle bene e calcolarsi da soli lo stipendio netto.

Tutto ciò che riguarda il Tax Code

Letteralmente è il Codice delle Tasse. Indica quanto puoi guadagnare senza includere anche la percentuale del PAYE, perché nel Regno Unito le prime £X annuali sono esenti da quest’imposta (senza contare quanto va destinato all’assicurazione sanitaria).

Tassazione sullo stipendio

Questo significa che nello stipendio troverai la scritta 348L, vuol dire che le prime £3,840 annuali saranno soldi netti, questa è la personal allowance.

La “L” determina la fascia d’età. E se l’impresa ti fornisce altri vantaggi, come cellulare, auto aziendale, o qualsiasi altro aiuto, questi vengono scontati dalla personal allowance.

Ovviamente ogni lavoro ha le sue caratteristiche ed il Tax Code cambia molto da un lavoro all’alto. Nel momento in cui si supera il limite del Tax Code, si inizia subito a pagare il PAYE, di cui parleremo piuù avanti.

Il limite della personal allowance per il periodo attuale (2017-2018) è imposto al raggiungimento delle prime 11.500£; questo significa che il Tax Code sarà imposto al raggiungimento dei primi 1.150L.

Cos’è il PAYE?

È facile da capire: il PAYE (acronimo di Pay-As-You-Earn) è come l’ IRPEF italiano. Quest’imposta si applica, come già spiegato prima, dalle prime 11.500 £; questo significa che se si guadagna uno stipendio da 15.000£ l’ anno, il PAYE si applica soltanto su 3.500£, sempre se non ti si riduce la personal allowance come spiegato prima.

Per esempio, su uno stipendio di 15.500£ annui, la tua personal allowance inizia da 1.150L e si deve applicare la PAYE su 4.000£. Ma supponiamo che la tua azienda ti aiuta a pagare l’affitto e ti dà un cellulare aziendale la personal allowance si riduce a 700L. In tal caso non si versano i contributi solo sulle prime 7.000£, per cui alla fine il PAYE verrà applicato su 8.500£.

Ci sono tre tipi di stipendi su cui viene applicato il PAYE:

  • I primi 32.010£ che superano il tuo Tax Code vengono tassati al 20%
  • Tra 32.011£ e 150.000£ si applica una detrazione del 40%
  • A partire da 150.000 £ la tassa è del 45%

Tutto chiaro fino a qui? Ricapitolando, se hai uno stipendio di 15.500£ l’anno e l’azienda ti aiuta con 3.000£ per l’affitto e il telefono aziendale, il PAYE viene applicato su 8.500£. (11.500£ della personal allowance, meno le 3.000£ che ci dà l’impresa; queste 3.000£ si sommano alle 4.000£ che vanno oltre il limite del Tax Code).

Ciò vuol dire, che a questi 8.500£ va a sommarsi un altro 20%. Applicando il PAYE, ti rimarrebbero, dunque, 6.800£ più 7000£ puliti. In totale, applicando il Tax Code e il PAYE abbiamo 13.800 sterline. La detrazione è di 1.200£.

Il National Insurance Number (NIN)

Per terminare, l’ultima imposta. Il National Insurance Number, che sarebbe la detrazione della previdenza sociale, per fare un paragone. Se non si riceve alcun sussidio, non si ha una disabilità e lo stipendio è compreso tra le £157 e le £866 sterline settimanali si tassa un 12%. Se si supera questa cifra, un 14%.

Questa percentuale si applica sul totale dello stipendio lordo. In questa tabella ufficiale potrai vedere chiaramente tutte le imposte del NIN, in tutte le sue varianti.

Nel nostro caso: £15.500 annuali sono £298 alla settimana, cosí che si applica il 12%. E cosí facendo ci restano £13.640 l’anno. Se a questo aggiungiamo le 1.200 sterline che già abbiamo tolto calcolando il PAYE, ci resta un salario netto di £12.440 l’anno.

Infine, se non sai quanto guadagnerai o se passerai da un lavoro all’altro, quando finisce l’anno fiscale (cioè ad aprile) è possibile chiedere al governo la restituzione della somma delle tasse pagate in più, cosí come la dichiarazione dei redditi.

Per questo è necessario inviare il modello P45 o P60, che ti devono dare i tuoi capi, compilarlo ed inviarlo al fisco britannico. È possibile reclamare quel denaro che ti devono su questo sito ufficiale del governo.

In ogni caso, siccome può essere complicato o molto noioso, ti consigliamo di usare le applicazioni come: Listen to taxman o quella che abbiamo menzionato prima The Salary Calculator, che renderà le cose più semplici, è precisa e vi darà un buon risultato.

Stipendio minimo in Inghilterra

Requisiti per ottenere il salario minimo in Inghilterra

Per iniziare devi sapere che per poter percepire il salario minimo in Inghilterra devi adempiere ad uno dei seguenti requisiti:

  • Avere l’età minima per lasciare la scuola per ottenere il salario minimo nazionale. Quest’età dipende dalla zona del Regno Unito in cui si vive.
    • Inghilterra: Si può lasciare la scuola l’ultimo venerdì di giugno se si compiono 16 anni durante le vacanze estive. Tuttavia, fino a che non si compiono 18 anni, bisogna comunque essere iscritti ad un altro tipo di istituzione come studenti a tempo pieno, fare un tirocinio o fare volontariato mentre si completa una delle due opzioni precedenti.
    • Scozia: Se si compiono 16 anni tra l’1 marzo e il 30 settembre si può lasciare la scuola dopo il 31 maggio di quell’anno. Se si compiono tra l’1 di ottobre e la fine di febbraio si può lasciarla nelle vacanze di Natale.
    • Galles: Si può lasciare la scuola l’ultimo venerdì di giugno a condizione di aver compiuto 16 anni entro la fine della vacanze estive.
    • Irlanda del Nord: Se si compiono 16 anni durante l’anno scolastico si può lasciare la scuola dopo il 30 di giugno. Se si compiono durante l’estate bisogna spettare di finire l’anno seguente.
  • Avere 25 anni per ottenere lo stipendio minimo nazionale..

Chi ha diritto a percepire lo stipendio nazionale minimo?

Come abbiamo appena detto, i lavoratori devono avere almeno l’età per lasciare la scuola o dai 25 anni in sú per poter ottenere lo stipendio minimo nazionale.

I lavoratori hanno anche diritto al salario minimo se ci sono le seguenti condizioni:

Come calcolare le tasse sullo stipendio

  • Lavoratori part-time
  • Lavoratori occasionali.
  • Lavoratori di agenzie.
  • Lavoratori a domicilio che guadagnano in base al numero di articoli venduti.
  • Apprendisti.
  • Lavoratori in prova.
  • Persone con disabilità.
  • Lavoratori agricoli.
  • Lavoratori stranieri.
  • Impiegati di professioni marittime (marinai, lavoratori in alto mare…)

Chi non ha diritto a percepire lo stipendio minimo?

  • Lavoratori autonomi che hanno un’attività propria.
  • Direttori di un’azienda.
  • Lavoratori volontari.
  • Lavoratori in programmi di lavoro del governo.
  • Membri delle forze armate.
  • Familiari del datore di lavoro che vivono nella sua casa.
  • Persone che non sono familiari del datore di lavoro e che vivono in casa sua (per esempio, ragazze alla pari).
  • Lavoratori con età inferiore a quella di uscita dalla scuola (16 anni).
  • Studenti di istruzione superiore che lavorano per un anno o meno.
  • Lavoratori nei sistemi di pre-apprendistato del governo.
  • Persone nei programmi dell’UE: Leonardo da Vinci, Erasmus, Comenius.
  • Persone in prova per 6 settimane in un Jobcentre.
  • Pescatori.
  • Prigionieri.
  • Persone che vivono e lavorano in una comunità religiosa.

Inoltre, non si può ricevere lo stipendio minimo nemmeno se si sta facendo uno stage come parte di un corso dell’istruzione superiore, se la persona si trova ancora nella fascia d’età dell’istruzione obbligatoria, se si sta facendo un lavoro volontario, se si fa parte di un programma del governo o europeo o se non si lavora legalmente.

Retribuzione stipendio nettoVolontari

Si considera che le persone che fanno un lavoro volontario possono solo ottenere alcuni benefici limitati come spese di viaggi o pasti e che stanno lavorando per fare della beneficienza, per un’associazione di raccolta fondi o un organismo per i diritti pubblici.

Tariffe attuali dello stipendio minimo in Inghilterra

Bisogna tenere in conto che le tariffe cambiano ogni aprile. Le tariffe a partire da aprile 2017 sono le seguenti:

  • 25 anni o più: £7.50
  • Tra i 21 e 24 anni: £7.05
  • Tra i 18 e 20 anni: £5.60
  • Minori di 18 anni: £4.05
  • Apprendisti: £3.50

Apprendisti

Gli apprendisti hanno questo diritto, se hanno meno di 19 anni o se hanno 19 anni o più, ma sono al loro primo anno di apprendistato. Nel caso abbiano 19 anni o più e abbiano completato il primo hanno di apprendistato, spetta loro lo stipendio minimo per la loro età.

Cosa si deve considerare per calcolare lo stipendio minimo?

Nello stipendio minimo bisogna includere: le imposte sul reddito e i contributi alla previdenza sociale; prestiti o anticipi e il rimborso dei suddetti prestiti; il rimborso degli stipendi pagati in eccesso; cose che il lavoratore ha pagato; alloggio fornito dal datore di lavoro se gli spetta e le penalizzazioni per cattiva condotta.

Se hai un lavoro “da comuni mortali”, basta che consideri la tua età per sapere qual è lo stipendio minimo che ti spetta se lavori in Inghilterra.

Ad ogni modo, qui ti lasciamo tutte le varie possibilità e condizioni da soddisfare per ricevere questo stipendio minimo, che non sono poche.

Speriamo che questo post ti sia di aiuto e che ti chiarisca la questione dello stipendio in Inghilterra.

Se vuoi raccontarci la tua esperienza di lavoro a Londra o in altre città dell’Inghilterra scrivici nei commenti 🙂