Aprire un Conto Corrente in Inghilterra: Come Farlo Passo dopo Passo

Conto corrente in Inghilterra

Hai intenzione di andare a vivere nel Regno Unito per un periodo di almeno 3 mesi? Allora non perderti la nostra guida su come aprire un conto corrente in Inghilterra; vedrai, sarà facile!

Sappi che aprire un conto corrente in Inghilterra ti sarà decisamente utile!
Tramite un conto bancario inglese potrai:

    • Ricevere lo stipendio del tuo nuovo lavoro nel Regno Unito. Generalmente, infatti, non potrai fartelo accreditare su un conto corrente di nessun altro Paese.
    • Cambiare euro in sterline (e viceversa) con Transferwise o Azimo.
    • Pagare tramite carta di debito in sterline, in modo da risparmiare sul cambio valuta.
    • Effettuare altre operazioni che possono essere eseguite solo se possiedi un conto corrente in Inghilterra.

Inoltre:

    • Aprire un conto corrente in Inghilterra è un processo molto semplice e veloce (non fremere, te lo spiegheremo dettagliatamente qui di seguito).
    • Nel Regno Unito non esiste alcun tipo di commissione bancaria (né per ritirare soldi dall’ATM né di mantenimento delle carte).
    • Potrai chiudere il tuo conto corrente in Inghilterra in qualsiasi momento attraverso una semplice chiamata o recandoti presso una filiale della tua banca.

In questo post ti illustreremo la documentazione di cui avrai bisogno per aprire il conto corrente in Inghilterra, che banche ci sono, com’è strutturato il sistema bancario nel Regno Unito e quali sono i passi che dovrai seguire.

Documentazione necessaria per aprire un conto corrente in Inghilterra

Per aprire un conto corrente in Inghilterra ti basteranno solo due documenti:

  1. Passaporto valido: in alcune occasioni è possibile farlo con la Carta d’Identità anche se di solito non lo permettono non essendone loro in possesso. Per questo raccomandiamo di viaggiare in Inghilterra sempre con il passaporto.
  2. Proof of address: è possibile che sia necessario dimostrare che tu stia vivendo nel Regno Unito per aprire un conto in banca, per questo avrai bisogno di una proof of address. Si tratta di un documento nel quale viene certificato che stai vivendo in un indirizzo specifico.

Questa proof of address ti servirà anche per altre pratiche nel Regno Unito, come ad esempio registrarti in un GP (centro medico) o trovare lavoro.

Le proof of address più comuni sono:

  1. Contratto d’affitto: indubbiamente la miglior prova di residenza. Non ci si può sbagliare! Nonostante non sempre si riesca ad avere un contratto, provate in tutti i modi a firmarne uno perché è il più sicuro tra i proof of address.
  2. Patente di guida: valida solo se l’hai conseguita nel Regno Unito, in un paese dello spazio economico Europeo o in Svizzera. Può servirvi anche solo il “foglio rosa” britannico.
  3. La tua busta paga: se stai lavorando e della busta paga è indicato il tuo indirizzo.
  4. Domiciliazione bancaria delle bollette: va bene qualsiasi tipo di bolletta, da quella della luce a quella del gas, internet o del telefono.. se vivi da solo non hai scampo: ne avrai sicuramente una! Se condividi un appartamento con altre persone è un po’ più complicato dato che potrebbero arrivare a nome della persona che lo affitta.
  5. Council Tax: è un tributo municipale sugli immobili residenziali che si applica a coloro che occupano i suddetti; pertanto se vivi solo dovrai sicuramente pagarla. La cosa positiva è che significa che avrai sotto mano un contratto d’affitto.
  6. Avviso legale: per esempio il diritto ad una pensione, ad una borse di studio, ad un prestito…
  7. Una lettera del HMRC: qualunque lettera dell’agenzia tributaria britannica nella quale appaia il vostro indirizzo.
  8. Conferma del posto di lavoro o degli studi: nel caso tu sia uno studente e abbia meno di 18 anni, l’istituzione corrispondente deve confermare il tuo nome, indirizzo e dettagli del lavoro o degli studi. Qualche banca però potrebbe non accettarlo, meglio informarsi prima!

Conto corrente in Inghilterra

Banche inglesi: quale scegliere?

Nel nostro caso quello di cui abbiamo bisogno è di un conto corrente semplice, dove poter tenere le nostre sterline, fare trasferimenti internazionali con Transferwise e avere una carta di debito (quella con cui non si può spendere più di quanto si ha) per poter pagare e comprare, anche su internet.

Potrai aprire un conto corrente del tipo “basic” in qualsiasi banca del Regno Unito, anche se ovviamente, ne esistono di più “amichevoli” e di meno.

Comunque sia tieni presente che:

  • Le banche multinazionali, data la diversità delle norme bancarie così come del regime fiscale, operano di forma indipendente in ogni Paese, nonostante la globalizzazione. Non ti servirà a nulla aprire un conto corrente in Inghilterra nella stessa banca in cui lo hai giù in Italia: per loro sarai comunque un nuovo cliente.
  • Le banche non hanno una politica comune per l’apertura di un conto corrente in Inghilterra, perciò se incontri qualche problema semplicemente cambia ad un’altra.
  • Nessuna banca addebita alcun tipo di commissione.

Se possiedi sia un contratto di lavoro che uno di affitto non avrai nessun problema ad aprire un conto corrente in una qualsiasi banca, quindi scegli con tranquillità quella che preferisci. Se invece non possiedi la proof of address ti consigliamo una tra le seguenti banche:

      1. Barclays

        Barclays è sempre stata una delle banche inglesi ad offrire maggiori agevolazioni all’ora di aprire un conto corrente in Inghilterra e al giorno d’oggi richiede solo un passaporto europeo valido. Offre un conto basico chiamato “Barclays Bank Account“, senza alcun costo di mantenimento e tramite il quale puoi effettuare tutte le operazioni bancarie basiche con la carta di debito VISA contactless che viene inclusa.
        È possibile che richiedano un deposito iniziale tra le 30£ e le 50£, che potrai comunque ritirare in un secondo momento.

      2. Lloyds

        Lloyds è un’altra banca che raccomandiamo per aprire un conto corrente in Inghilterra se sei appena arrivato e non hai nessun tipo di contratto. Come con la precedente avrai solo bisogno di un passaporto europeo valido.
        Tra tutti i conti che offre il migliore è il “Lloyd Cash Account“, con il quale avrai a disposizione una carta di debito VISA contactless gratuita attraverso cui potrai realizzare tutte le operazioni bancarie senza alcun problema.

      3. TSB

        È la banca gemella della Lloyds e offre gli stessi conti in banca alle medesime condizioni, per questo è ugualmente raccomandabile per aprire un conto corrente in Inghilterra. In questo caso il conto si chiama “TSB Cash Account“; potrai effettuare tutte le operazioni necessarie senza alcuna commissione e , ovviamente, avere la tua carta di debito.

      4. HSBC

        Ottima banca dove aprire un conto corrente in Inghilterra. Non avrai bisogno né del proof of address né di altro, ti sarà sufficiente il passaporto italiano. Altra nota positiva? Non ti sembrerà vero ma è possibile richiedere il formulario da compilare in italiano 🙂
        Il conto corrente che dovrai sollecitare è il “HSBC Bank Account“, il quale non ha nessun costo e ti permetterà di avere una carta di debito, anch’essa gratuita.

Come funziona il Sistema Bancario del Regno Unito

  1. Le principali banche inglesi sono: HSBC, Natwest, Lloyds, TSB, Royal Bank of Scotland (RBS), Barclays e Santander, presenti in tutto il Paese con migliaia di succursali, per cui non avrai nessun problema a trovarne una.
  2. Tipi di conti corrente

    Qualunque sia il nome che si sono inventati quelli del dipartimento di marketing della banca, nel Regno Unito si differenziano, in generale, quattro tipi di conto:

    • Conto corrente basico: per coloro sprovvisti di un contratto di lavoro. Con questo conto potrai realizzare tutte le operazioni bancarie basiche come comprare su internet, effettuare bonifici, domiciliare le bollette, ecc.
      Include una carta di debito gratuita con la quale potrai pagare in qualsiasi esercizio e prelevare soldi da qualunque ATM senza commissioni.
    • Conto corrente standard: simile al precedente, ma con la differenza che ti permette di andare in overdraft, ovvero, spendere più di quello che si ha al momento nel conto corrente.
    • Conto corrente speciale: include un certo tipo di benefici come la raccolta di punti convertibili, assicurazione di viaggio, sconti, interessi, ecc. Il requisito minimo per aprire questo tipo di conto è un accredito mensile fisso o una domiciliazione di una bolletta.
    • Conto deposito: è molto comune nel Regno Unito e non preclude alcun tipo di costo. Come con gli altri conti corrente ordinari, avrai a disposizione tutto il tuo denaro e in più ti verranno calcolati interessi tra lo 0,5% e 1,5%.
      Essendo questo tipo di conto complementare a uno dei precedenti potrai spostare i tuoi soldi, in modo automatico e in qualsiasi momento, da un conto all’altro.
      A fine mese ti verranno accreditati gli interessi. La nota positiva è che nel Regno Unito gli interessi bancari sono esentasse fino ad un massimo di 1000£.

 

  • Ricorda che nel Regno Unito la maggior parte delle banche e dei conti corrente non sono soggetti a nessun costo di mantenimento, apertura, chiusura, prelievo agli ATM, ecc. Pertanto diffidate dai conti bancari prevedono alcun tipo di commissione!
  • Come già detto, tutti i conti corrente includono una carta di debito gratuita priva di qualsiasi commissione, in cambio però le carte di credito sono più difficili da ottenere: per rilasciarle le banche inglesi richiedono uno storico finanziario.
  • Sportello automatico (ATM): prelevare da qualsiasi sportello automatico non prevede alcun tipo di commissione, così come è gratuito il prelievo da quelli situati nelle stazioni metro e ferroviarie che presentano la scritta Free Cash Withdrawal. Solo gli ATM all’interno di bar e discoteche potrebbero addebitarti un costo per il ritiro.

 

Conto corrente in Inghilterra

 Guida per aprire un Conto Corrente in Inghilterra

Aprire un conto in banca nel Regno Unito è un processo molto semplice, ma bisogna avere bene in mente i diversi passi da effettuare per evitare inutili ritardi.

  1. Prepara la documentazione necessaria: passaporto, proof of address (se ne sei in possesso), lettera di accettazione dell’Università, contratto di lavoro, lettera della famiglia alla pari.. ovvero, a parte il passaporto, qualsiasi altro documento che provi: (1) che risiedi al momento nello UK e (2) che specifichi quale sia la ragione per la quale vivi nello UK.
  2. Scegli in che banca aprirai il conto corrente: per vicinanza di una filiale, per il tipo di conto, per la facilità nell’aprire il conto in banca (nel caso il cui non si disponga della proof of address), ecc.
  3. Richiedi un appuntamento alla banca via Web: per sicurezza puoi richiedere più appuntamenti online in banche diverse, però, una volta aperto un conto in una determinata banca, ricordati di cancellare gli altri appuntamenti… diamo il buon esempio!
  4. Se l’inglese non è il tuo punto forte, mettiti a studiarlo da subito e preparati le risposte a determinate domande cui verrai sottoposto in banca:
    • Da quanto risiedi nel Regno Unito.
    • Quanto tempo pensi di rimanere a viviere in Inghilterra (mi raccomando, digli per un tempo indeterminato o per lo meno un anno, dato che le banche inglesi non sono interessate ad avere clienti per solo 3 mesi).
    • Ragione per la quale hai bisogno del conto in banca: farti accreditare lo stipendio, pagare l’affitto, ricevere soldi dalla tua famiglia dall’Italia, effettuare operazioni bancarie varie.
    • Previsione delle entrate e spese mensili.
    • Indirizzo di residenza al momento.
  5. Recati all’appuntamento con la banca e porta più documentazione possibile. Come prima cosa comunica all’impiegato il tipo di conto che hai scelto di aprire cosicché possa sottoporti ad una serie di domande a riguardo. No stress! È solo una formalità.
  6. Se per alcun motivo non riuscisse ad andare a buon fine vai in un’altra filiale o rivolgiti direttamente a un’altra banca. Se invece sei riuscito ad aprire il tuo conto fai attenzione a non perdere nessun documento; la carta ti arriverà a casa in circa 3 giorni. Utilizza il PIN per attivare il conto online attraverso cui potrai effettuare qualsiasi operazione.
    E per rendere le cose ancora più facili scarica l’applicazione della banca sul tuo cellulare.

Spero che questo articolo possa esserti di aiuto per aprire un conto corrente in Inghilterra. Se hai ancora qualche dubbio a riguardo non esitare a lasciare un commento qui sotto!