Conto in Banca in Inghilterra: Ecco come Aprirlo

Banche inglesi per aprire conto bancario

Se hai intenzione di vivere a Londra per più di tre mesi è consigliabile e redditizio aprire un conto in banca presso una banca britannica.

Avere un conto in banca in Inghilterra può essere davvero utile. In UK, con un conto in banca puoi:

  • Ricevere lo stipendio del lavoro che svolgi nel Regno Unito, infatti non ti è possibile caricarlo sul conto di nessun altro Paese
  • Cambiare Euro in Sterline (e viceversa) tramite Transferwise o Azimo
  • Pagare tramite un Bancomat in Sterline, così da risparmiare la commissione che dovresti pagare con una carta italiana a causa dell’inesattezza del tasso di cambio
  • Fare molte più operazioni possibili solo attraverso un conto bancario britannico

Inoltre:

  • Aprire un conto in banca è un processo molto semplice e veloce, come spiegato nel dettaglio più avanti
  • Nel Regno Unito non esiste alcun tipo di commissione bancaria, né per prelevare denaro presso sportelli Bancomat, né per mantenere le carte ecc.
  • Puoi chiudere il tuo conto in banca quando ne hai bisogno con una semplice telefonata o recandoti in una filiale

In questo articolo troverai le informazioni per aprire un conto in banca, quali banche sono presenti nel Regno Unito, come funziona il sistema bancario in Inghilterra e quali passi seguire per ottenere il tuo conto bancario britannico.

Documenti Necessari per Aprire un Conto in Banca nel Regno Unito

Per aprire un conto in banca in Inghilterra hai bisogno solo di due documenti:

  1. Un passaporto valido: in alcuni casi si può aprire un conto in banca presentando la carta d’identità, ma è consigliabile viaggiare sempre con il passaporto, perché non sempre la carta d’identità è riconosciuta dalle banche
  2. Una proof of address: potrebbe essere necessario dimostrare di vivere nel Regno Unito per aprire un conto, perciò è necessario fornire una proof of address (prova di residenza), ovvero un documento che testimonia che abiti presso un particolare indirizzo

La proof of address potrebbe essere utile anche per altre operazioni nel Regno Unito, come la registrazione presso un centro medico o la ricerca di un lavoro.

 

Le prooves of address più comuni sono:

  1. Contratto di locazione: è la miglior proof of address, che non lascia adito a equivoci; è anche vero che non sempre è possibile ottenere il contratto di locazione, ma cerca di averlo perché è il documento più indicato per la proof of address
  2. Patente di guida: è una proof of address valida se è stata ottenuta nel Regno Unito, in un Paese dello Spazio Economico Europeo o in Svizzera. Anche l’equivalente inglese del foglio rosa vale come proof of address
  3. Il tuo libro paga: se stai già lavorando nel Regno Unito e il tuo libro paga riporta il tuo indirizzo, anche questo costituisce una proof of address
  4. Ricevute domiciliari: puoi mostrare le bollette (acqua, luce, gas, internet, rete telefonica ecc.); se hai comprato un appartamento avrai sicuramente un’assicurazione da fornire come proof of address, mentre se sei in affitto è più complicato perché potrebbero risalire al tuo affittuario e non a te

Potresti avere bisogno anche di una ricevuta o di un estratto bancario, anche se è chiaro che se stai aprendo un conto in banca probabilmente è perché non ne hai un altro. Ma potrebbe essere utile per ogni evenienza.

  1. Tassa di soggiorno: è una tassa che paghi allo Stato; la ricevuta del pagamento potrebbe essere utile per aprire un conto, ma di sicuro avrai a portata il tuo contratto di locazione o una proof of address
  2. Notifica di diritto: ad esempio il diritto a una pensione, a una borsa di studio o a un prestito
  3. Lettera dell’HMRC (Her Majesty’s Revenue and Customs): una qualsiasi lettera del Ministero del Tesoro Britannico che dichiari il tuo indirizzo vale come prova
  4. Conferma del luogo di lavoro o di studio: per studenti sotto i 18 anni, l’istituto scolastico conferma nome, indirizzo e dettagli del lavoro o degli studi. Questo metodo potrebbe non essere riconosciuto da alcune banche, perciò è meglio informarsi prima

banche inglesi in cui aprire un conto in banca

Dove Aprire un Conto in Banca

Nel nostro caso, ci interessa aprire un semplice conto in banca, in cui conservare le nostre Sterline, che ci dia la possibilità di effettuare trasferimenti internazionali tramite Transferwise, di possedere un Bancomat e di acquistare e pagare online.

E’ possibile aprire questo tipo di “conto base” in tutte le banche inglesi, ma è vero che esistono banche più amichevoli di altre; inoltre bisogna tenere a mente che:

  • Nonostante la globalizzazione, le banche che operano in più nazioni lavorano in maniera indipendente in ogni Paese, poiché le norme bancarie e il regime fiscale variano da Stato a Stato. Perciò avere un conto in una filiale di una banca inglese in Italia non serve a nulla perché non ha niente a che fare con la banca che opera nel Regno Unito: per lei sei un nuovo cliente
  • Non esiste una politica comune a tutte le banche per aprire un nuovo conto, perciò se hai problemi con una filiale rivolgiti ad un’altra
  • Nessuna banca addebita alcun tipo di commissione

Se hai un contratto di lavoro non avrai alcun problema ad aprire un conto bancario nel Regno Unito, perciò puoi scegliere la banca che preferisci. Se invece non possiedi alcuna proof of address le banche più consigliate a cui rivolgersi sono:

1. Barclays

Barclays è sempre stata una delle banche che offre il maggior numero di strutture per aprire un conto bancario e oggi richiede solo un passaporto europeo valido.

Questa banca offre un conto di base chiamato “Barclays Bank Account“, che non prevede alcun costo per il mantenimento e che permette di effettuare tutte le operazioni di base attraverso la carta di debito contactless VISA, inclusa nella stessa offerta di apertura del conto. Potrebbe esserti richiesto un versamento iniziale compreso tra le 30 e le 50 Sterline che puoi prelevare non appena ne hai bisogno.

2. Lloyds

Lloyds è un’altra banca che ti consiglio per aprire un conto bancario nel Regno Unito se sei appena arrivato in Inghilterra e non hai alcuna proof of address. Come la precedente, richiede solo un passaporto europeo valido.

Ti consiglio di aprire il Lloyds Cash Account, con il quale hai una carta di debito contactless VISA con la quale effettuare tutte le operazioni bancarie senza alcun problema.

3. TSB

E’ la banca gemella di Lloyds quindi offre gli stessi conti e termini bancari; come sopra, è altamente raccomandato aprire qui il tuo conto inglese. In questo caso, il conto consigliato si chiama TSB Cash Account, grazie al quale è possibile eseguire tutte le operazioni bancarie e avere una carta di debito.

4. HSBC

Non c’è bisogno né della prrof of address né di nient’altro, è sufficiente il tuo passaporto europeo. Inoltre puoi richiedere il modulo da compilare in italiano. Il conto che ti conviene chiedere è l’HSBC Bank Account, il quale non comporta spese e viene fornito con una carta di debito gratuita.

Come Funziona il Sistema Bancario del Regno Unito?

  1. Le principali banche del Regno Unito sono: HSBC, Natwest, Lloyds, TSB, Royal Bank of Scotland (RBS), Barclays e Santander. Hanno tutte diverse filiali in tutto il Paese, quindi non dovresti avere problemi a trovarle
  2. Ricorda che le banche che operano in Paesi diversi lo fanno in modo indipendente fra loro, perciò è inutile avere un conto Barclays in Italia, perché per Barclays UK sei un nuovo cliente.
  3. Tipi di conto: qualunque sia il nome inventato dal reparto marketing della banca in questione, nel Regno Unito possiamo distinguere quattro tipi di conto bancario:
  • Conto corrente di base: è il conto corrente adatto per coloro che non hanno contratti di lavoro; con questo conto è possibile eseguire tutte le operazioni bancarie di base come acquistare online, effettuare trasferimenti, acquisire ricevute ecc. Prevede una carta di debito gratuita con cui poter pagare in tutti i negozi e prelevare da qualsiasi sportello automatico senza commissioni.
  • Conto corrente standard: è come il precedente, ma consente di andare “in scoperto”, ovvero di spendere più di quello che in quel momento è disponibile sul proprio conto bancario.
  • Conto corrente speciale: include alcuni benefici come l’accumulo di punti convertibili, un’assicurazione di viaggio, sconti, interessi ecc. Un’esempio è il famoso conto 1, 2, 3 di Santaender. Prevede come requisito un reddito mensile minimo o l’addebito diretto di una ricevuta.
  • Conti di risparmio: sono molto comuni nel Regno Unito e non prevedono alcun tipo di spesa. E’ un conto normale, col quale hai totale disponibilità di denaro e che prevede un tasso d’interesse tra lo 0,5% e l’1,5% TAEG. La cosa interessante è che questo conto ha qualcosa in più rispetto ai precedenti: potrai infatti versare o ritirare soldi dal conto di risparmio automaticamente e in qualsiasi momento, e in più alla fine del mese viene calcolato l’interesse accumulato. Va notato che nel Regno Unito il reddito proveniente da interessi bancari è esente da imposte fino ad un tetto massimo di 1000 Sterline.

4. Ricorda che nel Regno Unito la maggior parte delle banche non applica spese per il mantenimento e l’apertura, la chiusura e la gestione del conto, perciò non è conveniente rivolgersi a quelle filiali che impongono un qualche tipo di commissione.

5. Tutti i conti bancari includono una carta di debito gratuita con cui operare online o pagare in un qualsiasi negozio, mentre le carte di credito sono più difficili da ottenere in Inghilterra perché richiedono uno storico bancario.

6. Sportelli automatici: non viene applicata alcuna commissione su prelievi da sportelli Bancomat di qualsiasi banca o in quelli che puoi trovare nelle stazioni ferroviarie o della metro; l’unica commissione che potrebbe capitarti di pagare è quella applicata dagli sportelli situati in bar o nei club.

 

Banche dove aprire conto in bancario in Inghilterra

Istruzioni per Aprire un Conto in Banca in Inghilterra

Aprire un conto in banca in Inghilterra è un’operazione piuttosto semplice, ma occorre seguire i diversi passaggi necessari per evitare ritardi indesiderati.

  1. Prepara i documenti necessari: passaporto, proof of address (se disponibile), lettera di accettazione presso un’università o un’accademia, contratto di lavoro… cioè, a parte il passaporto, qualsiasi altro documento che testimoni che risiedi nel Regno Unito e che specifichi perché risiedi nel Regno Unito.
  2. Scegli a quale banca rivolgerti: puoi scegliere per vicinanza della filiale, per il tipo di conto, per le agevolazioni nell’apertura di un conto ecc.
  3. Fissa un appuntamento online: puoi richiedere appuntamenti presso diverse banche o presso diversi sportelli della stessa banca contemporaneamente; quando hai aperto il conto ricordati però di cancellare gli appuntamenti fissati: dobbiamo dare esempio di educazione e buone maniere.
  4. Se l’inglese non è il tuo forte, metti in conto di studiarlo e preparati alcune risposte alle domande che ti verranno poste in banca:
  • Da quanto tempo vivi nel Regno Unito
  • Per quanto tempo hai intenzione di risiedere nel Regno Unito (ti consiglio di rispondere “indeterminato” o “per più di un anno” perché alle banche non interessano i clienti a breve scadenza)
  • Ragioni per cui hai bisogno di un conto bancario: riscuotere lo stipendio, pagare l’appartamento, ricevere denaro dalla tua famiglia italiana, comprare nei negozi del Regno Unito senza commissioni ecc.
  • Indirizzo di residenza

5. Vai all’appuntamento con tutta la documentazione: un impiegato ti assisterà e dovrai spiegargli qule tipo di conto intendi aprire; dovrai rispondere a una serie di semplici domande: non innervosirti, è solo una banale procedura

6. Se per qualche motivo non sei riuscito ad aprire un conto, vai in un’altra filiale o un altro sportello. Se invece sei riuscito ad aprirlo conserva tutta la documentazione che ti è stata fornita in banca: dopo tre giorni arriverà a casa tua la carta di debito. Sarà necessario attivare il PIN del banking online tramite il quale eseguire tutte le operazioni. Ti consiglio inoltre di scaricare l’applicazione della banca.

Spero che questo articolo ti sia d’aiuto per aprire un conto nel Regno Unito. Come sempre, se hai qualche domanda, non esitare a commentare. 😉